Vi salutò così con “ la lenta corsa”

Loro sono i Tame Impala, e ancora una volta faccio un balzo in Australia.

È un qualcosa di nuovo, brillante e delicato. Profondo e affascinante. Impavido nell’amore e nei sentimenti in gioventù. Ma arriva a farti stare in piedi davanti ad una porta socchiusa che si affaccia ad uno strano nuovo mondo. In lotta con i demoni del passato per un qualcosa che è successo ma che, a distanza di tempo ancora non fa tornare i conti . In difficoltà e alla ricerca di una guida per sconfiggere quei demoni invadenti. Come un inguaribile canto d’ottimismo nel dolore, si resta aggrappati ai sogni bruciati che diventano rimpianti. Un miracolo… potrebbe succedere… a volte capita. Nel tempo immobile osservando lo scorrere dei giorni in attesa di qualcosa . Disotterrare i semi del dubbio, è difficile, ma la realtà appare come un canto di speranza , un inizio nuovo , un urlo liberatorio prepotente che rimbomba nel cuore e nella mente: “lascia perdere, che è finita”.

Il loro album “The Slow Rush” uscito il 14 febbraio di questo anno, ci racconta un insieme di emozioni contrastanti fra ovvietà e timori, delusioni, un rimuginare di ricordi e nostalgie, e un andare avanti senza tregua comunque . Grande Kevin Parker!!

Questo è tutto quello che ho trovato qui dentro fra la musica e i testi, un “dentro” in cui io mi ci perdo.

A domani!

L’angolo della nostalgia…

Era un 23 luglio del lontano 1984…

Questa è davvero una delle più belle ballate che ascolto sempre volentieri, che combina un testo scritto davvero col cuore, ad un paesaggio sonoro elettronico molto “seducente“.

The Cars – Drive 

Guida

Chi ti dirà quando è troppo tardi?
Chi ti dirà che le cose non sono così grandiose?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Chi ti rialzerà quando cadrai?
Chi alzerà la cornetta quando chiamerai?
Chi presterà attenzione ai tuoi sogni?
Chi si tapperà le orecchie quando urlerai?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Chi ti terrà stretta quando tremerai?
Chi ti starà vicino quando sarai a pezzi?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Ricordare…

Buon martedì a voi!!!🤗

Ci sono alcune canzoni che per me rappresentano la mia crescita musicale e la mia modesta conoscenza di gruppi storici, di gruppi contemporanei di cantanti solisti, di stili, sonorità. …

Questo brano

“Wish You Were Here – scritto da McVie e Allen”

fu il primo che ascoltai nel lontano gennaio del 2010 dei grandi …

Fleetwood Mac !

Ultima traccia dell’album Mirage del 1982. Un soft rock ineguagliabile .

Da lì la mia conoscenza e il mio appassionarmi a Peter Green, ma soprattuttoil mio avvicinarmi con il cuore a tutto quel che il fiume musicale aveva da offrirmi. E quanto ancora ha da darmi. 🙂

Ne ho fatta di strada. Per essere una novizia di tarda età, credo di aver fatto tantissimi km. Miliardi di km…

Sono fiera di me. Fiera del mio voler sempre scoprire. Fiera del mio amore e della mia voglia di crederci sempre che la Musica è Vita.

❤️