Una Donna Dalle Grandi…Gambe.

“Gli eroi del Kentucky

ritornano con un omaggio di ben 6 cover sonore, e nella loro totale “violenza”… musicale, che li distingue.

Freddie King, Robert Johnson, Otis Rush, Howlin ‘Wolf, Elmore James e Son House.

Tutti  presenti.

Accattivanti, coinvolgenti e …”

082418_blackstonecherry_site-1.jpg

I Black Stone Cherry comunemente chiamati BSC, sono senza alcun dubbio una band che ha tantissime influenze, blues, r’n’b, heavy metal, southern rock. e per me è impossibile etichettarli sotto un’unica definizione, perché sanno destreggiarsi egregiamente in tantissimi stili. Ci tengo a farvi ascoltare un brano tratto dal loro ultimo lavoro, un EP di 6 brani famosi del passato … uscito a fine ottobre 2019 dal titolo Black To Blues Volume 2.

Mi piace la “violenza” con cui vengono rivisitati ed interpretati tutti i brani ma questo che vi lascio in ascolto, è il mio preferito. Si tratta di un brano famosissimo del grande Freddie King, del 1972  “Big Legged Woman”

Per farvi capire meglio le note dure, Hard rock… che si evidenziano nella versione dei BSC, vi posto anche il brano originale in stlie R&B/Soul, proprio suonato dal grande Freddie King ! Superbo!!

E’ un  brano unico,  che fa parte del suo album “Texas Cannonball” del 1972, e scritto da due icone della musica, esattamente Chuck Blackwell e Leon Russel!

 

alla prossima… ❤

Vi saluto così.

Quando mi investono gli amici lontani di fotografie così, io penso solo all’eternità di quel fermo immagine, che mi riscalda il cuore e mi fa sentire amata come donna… come persona…come essere.

Da Alassio la giornata sa salutarci anche così …

E la colonna sonora di un tramonto così dalla finestra di casa di Elena e Paolo non può che essere… del grande Young &Crazy… 🧡

È un’uscita da sogno, e di immagini sfuocate, che piano prendono forma, che profumano l’aria di un aroma di campi bagnati dalla pioggia, dopo un temporale. Questo è l’ultimo album uscito il 25 ottobre… “Colorado” di Neil Young & Crazy Horse …

non perdetelo ok? 🧡 io l’ho agganciato alla spirale del mio cuore da subito !

Ebbra e brividi

Tre birre medie da 6 ,5 gradi non le reggo più come una volta. Peccato…

Non saprò mai se è stato il mio peloso, a portarmi alla fine a casa, dopo che ho lasciato in birreria il mio amico Stefano, o viceversa. Io camminavo, guidata fra i suoni degli Editors e l’abitudine di un 4 zampe ormai sovrano dei miei (a volte) passi incerti.

Ho accumulato zuccheri, energie… e brividi sulla pelle.

Forse il merito va anche a loro. Gli Editors incontrati per caso e non lasciato più. Non lo so se ripasso … ma sempre vi “osservo”. 🧡

Sugar – Editors

Don’t leave, don’t leave,
I want you to realize when I’m gone.
My my, my my,
You are the only thing I want to own.

There’s sugar on your soul,
You’re like no one I know,
You’re the life of another world.

You swallow me whole,
With just a mumbled hello,
And it breaks my heart to love you, it breaks my heart to love you.

Don’t leave, don’t leave,
When you’re lost in the moment, I am home.
I tried, I tried
To make you realize when I’m gone, gone, gone.

There’s sugar on your soul,
You’re like no one I know,
You’re the life of another world.

You swallow me whole,
With just a mumbled hello,
And it breaks my heart to love you, it breaks my heart to love you.

It breaks my heart to love you.

There’s sugar on your soul,
There’s sugar on your soul.

There’s sugar on your soul,
You’re like no one I know,
You’re the life of another world.

You swallow me whole,
With just a mumbled hello,
And it breaks my heart to love you, it breaks my heart to love you.

Don’t leave, don’t leave,
I want you to realize when I’m gone…

Have You Ever Seen the Rain

Seguo la lezione del mio artista.

“Scopro la bellezza contenuta

anche nel più piccolo dettaglio

di un cielo di piombo e oro solare.

Qui nello sconfinato sentiero

vive tutto il mio piccolo mondo. ”

Have You Ever Seen the Rain

Qualcuno me l’ha detto molto tempo faSomeone told me long ago C’è una calma prima della tempestaThere’s a calm before the storm So che sta arrivando da un po ‘di tempoI know it’s been comin’ for some time 

Quando è finita così diconoWhen it’s over so they say 

Pioverà una giornata di soleIt’ll rain a sunny day 

So che brilla come l’acquaI know shinin’ down like water

voglio sapereI want to know Hai mai visto la pioggia?Have you ever seen the rain? voglio sapereI want to know 

Hai mai visto la pioggiaHave you ever seen the rain 

Vieni in una giornata di sole?Comin’ down on a sunny day?

Ieri e giorni primaYesterday and days before 

Il sole è freddo e la pioggia è dura 
Sun is cold and rain is hard 

So che è stato così per tutto il mio tempo
I know been that way for all my time 
Fino a sempre, continua‘Til forever, on it goes Attraverso il cerchio, veloce e lento,Through the circle, fast and slow, So che non può fermarsi, mi chiedoI know it can’t stop, I wonder

voglio sapereI want to know Hai mai visto la pioggia?Have you ever seen the rain? voglio sapereI want to know 

Hai mai visto la pioggiaHave you ever seen the rain 

Vieni in una giornata di sole?Comin’ down on a sunny day?

siYeah
voglio sapereI want to know Hai mai visto la pioggia?Have you ever seen the rain? voglio sapereI want to know 

Hai mai visto la pioggiaHave you ever seen the rain 

Vieni in una giornata di sole?Comin’ down on a sunny day?

Il mio amore non ha confini

Se state pensando ad un “umanoide” … riavvolgete il nastro del pensiero perché non ci siamo proprio.

La Musica è ciò che mi è rimasto di più vero e sincero in questo mondo Ed è ciò che offro senza riserve qui, e ciò che tengo invece stretta a me, fuori di qui.

Ho deciso di lasciarvi un pezzetto di quell’amore che non ha confine.

La mia giornata prosegue col facchinaggio a go go . Vado ad aiutare due anime in fermento perché il tempo stringe e c’è da svuotar casa. Quando le persone care muoiono, alla fine le cose intorno cambiano, e se le teste pensanti sono tante… a volte un facchino extra ha più lucidità di chi è coinvolto emotivamente. Dubito ma ci proverò a non versare lacrime amare. Ci leggiamo stasera noi ok?

(Proprio proprio le stanghette nun le tengo!🤭)

“My way” a modo mio.

Meno che suonare … ci sono giorni in cui io arrivo a tanto ! Ohhhh è vero!!🤭 quasi vero dai…

Dalle mie parti c’è una sagra di metà autunno … fra tartufi mieli e castagne. Vado a curiosare!

Ve faccio sapè! 😆

Non aspettatemi per cena…😉

Eccoci alla sesta edizione della PittaRosso Pink Parade. A tingere di rosa questa giornata, nel mio sperduta cittadina della mia amata penisola, ci ha pensato per me la mia amica Sabrina 😊

Non so… dove mi porta ad ascoltare musica stasera, un live serale dopo tanto tempo, ma per ora c’e aria di ingresso gratis per una mostra che vogliamo vedere, assolutissimamente!

Una traccia? Vediamo…quando l’Arte è Moderna! Ora vi lascio in ottime mani…

(Sto pezzo ha quasi 30 anni – 1990 – ma è sempre fresco come una corsa fra i campi baciati dalla brina!)

“Go back to your woods“

Cerco di provare a farvi immergere, fisicamente e musicalmente, nella città più feconda di tutta l’ “America” musicale, dove tutto nasce e tutto alla fine torna, dove si parla inglese, ma anche l’Africano e il francese. Parlo di New Orleans. 😀

Ed esattamente vi parlo dal vecchio quartiere della prostituzione “Storyville“. Ma Storyville è anche il titolo del secondo album di Robbie Robertson… del 1991😊

Penso non ci sia modo migliore per augurarvi una buona notte… se non lasciandovi con questo brano …

Attenzione!

Questo è un album capolavoro! Un album che porta in se la minuziosa precisione, perfezione di Robbie ma anche quel non so che di atmosferico di Daniel Lanois 

Go back to your woods“.

Ovvero…

Tornatene nei tuoi boschi.

Notte!!!🧡