Non basta la peste del Manzoni … aggiungiamo pure Caporetto e magari sarete più soddisfatti.

#iorestoacasa

Stanotte ho avuto una folgorazione. Per questo stamattina ho fatto un post che sta (ahimè), tra la realtà che vivo io ogni giorno ( ma penso un po’ tutti), e il delirio personale legato alla mia fottutissima paura. Quando parlo con gli amici in … “conference-call” ( mai pensato che si sarebbe arrivati così ad avere rapporti socio-amichevoli, visto che l’ho sempre usata per lavoro…) spesso per salutarci usiamo ormai un luogo comune … ” batti un cinque, vedrai che andrà tutto bene”. Ecco questo salutarci scaramantico/speranzoso ormai… mi sta sui GABBASISI. Mi lascia addosso quel senso di disagio che prelude la catastrofe personale. Mi agito, mi incazzo, mi “annervo”. E il più delle volte scoppio in un pianto isterico. Numeri, numeri, numeri, aumentano bastardi, e vedo in giro sempre piu gente. Che cazzo fate in giro! La Lombardia (e parlo per la mia Regione) é al collasso. Più di 10.000 morti,  e si va in giro. Vengono meno quei diritti legati alla libertà di spostamento?, Vengono meno quei diritti legati alla democrazia?. Vengono meno quelle… quelle… ma lo volete capire che al Coronavirus non gliene frega un cazzo di tutto questo? Che non fa distinzione! Che tutto quello che sa fare bene è posarsi nelle comode, umide, piacevoli sputazze a terra o  goccioline salivari di ognuno di noi per farsi trasportare come fosse su una mongolfiera extralusso con vista panoramica sulla città?????

Sono anche in una condizione che ogni volta che esco per i bisogni del mio peloso … rientrando pulisco le sue zampette, (ormai mi ringhia pure), con le salviette igienizzanti perché … perché si sa mai ? Statevene a casa invece di reclamare quei cazzo di diritti di liberi cittadini andando così a sfavore delle ordinanze restrittive per abbattere il contagio ! Uscite solo per necessità vera, non per godervi due passi al sole in faccia alla situazione. C’è state a contaminá tutti qui! E adesso volete magari  fare i furbetti pensando di andarvene in sordina  in altro luogo  magari al mare o in montagna nella votra bella seconda casetta per farvi Pasqua e Pasquetta come se di tutti quei morti poco vi importasse??? Echecazzo!😡 Mi avete scocciato!

Ma che …

per farvi capire… vi lascio rielaborata … una frase di Albert Camus

“I flagelli, invero, sono una cosa comune, ma si crede difficilmente ai flagelli quando ti piombano sulla testa.( guardate che sta accadendo davvero!)

Bisogna sorvegliarsi senza tregua per non essere spinti, (sfiorati, insalivati) in un minuto di distrazione, a respirare sulla faccia d’un altro e a trasmettergli il contagio. Il Coronavirus , è cosa naturale. Il resto, la salute, l’integrità, la purezza, se lei vuole, sono un effetto della volontà e d’una volontà che non si deve mai fermare. L’uomo onesto, colui che non infetta quasi nessuno, è colui che ha distrazioni il meno possibile. ( e che sta a casa!)E ce ne vuole di volontà e tensione per non essere mai distratti; sì, Rieux, essere “coronavirulizzati” è molto faticoso…
(Albert Camus,  La peste)

Sto Covid-19 è peggio della peste !

Studiatevi la storia !

 

Magically 1820

Il senso della realtà è questo. Quello che non conosci mette angoscia, e se non sai capirlo , ti investe l’ansia. Ma ci si. adegua, con intelligenza e si cerca di non farsi fagocitare dal timore di ciò che è invisibile, e in agguato. Tutti portatori di qualcosa che ci terrorizza e tutti portatori di un bel niente, che da sollievo. Distinguersi con luci diverse fra positivo e negativo nelle strade, è sotto sotto desiderio di ognuno di noi da un po’, noi perfetti sconosciuti che ci incontriamo in mille posti in città, oggi così attenti , oppure volutamente distratti🙂 .

Un impegno improvviso mi ha riportata in ufficio oggi, e come sempre ho preso la metro. Sfido chiunque a stare ad un metro almeno di distanza da una persona in un vagone,perché è impossibile! Persone con mascherine, persone senza, qualche colpo di tosse contenuto dentro il vagone, occhi spalancati per cercarne la direzione ma anche molti gomiti piegati. Ci si guarda ( pensiamo così per consolarci) come sempre, ma consapevoli di farlo oggi con qualche attenzione in più (da vista a raggi X), per i fatti che ci stanno sempre più investendo. Quando incrociamo uno sguardo altrui su di noi , abbassiamo subito gli occhi. Ci prende quel moto di vergogna giustificata, che ci pare assurdo provare. Prima non era così Era curiosità … interesse, giudizio…. Oggi ci accomuna tutti, il disagio e la vista a raggi x, per quell’invisibile che è qui e che ci sta braccando. La cosa bella è che alla fine scappano mezzi sorrisi nascosti che rendono il momento più accettabile. Consensi … tutti diamo un consenso all’altro per poterci denudare . É questo il modo ormai di stare insieme.

Siamo tutti figli dello stesso errore, ma andiamo avanti comunque , e abbiamo capito che ci muoviamo fuori dalle nostre case con rispetto reciproco, senza alcuna lamentela, e con niente da dichiarare. Silenziosi, attenti, e qualche precauzione in più. Viviamo. Punto.

meraviglia é passare dopo il lavoro da queste parti, per allungare un po’ e godersi il momento.

Questo posto di solito è ancora affollato ma mi sa che fa un po’ troppo freddo stasera😉

A domani.

Buongiorno. 😃

Il sole oggi si fa strada, ma lontano lontano, l’aria sembra un po’ più pulita, dopo giorni e giorni di siccità, di polvere e pulviscolo delle piante gemmate troppo presto. . . La pioggia è servita eccome. Oggi, di curve e di dossi nel mio quotidiano da superare ne ho come sempre, come tutti.

L’acufene di cui sono affetta, stamattina è più fastidiosa del solito. I miei canticchi di passeri stanno litigando di brutto. Ho trovato giorni fa una app in rete a pagamento che mi sta aiutando molto. Contiene tutto un mondo che spazia dentro migliaia di suoni del globo, con cui posso giocare in base ai fastidì che sento. Assurdo, io non sono mai stata a Parigi ma i suoni della metropolitana parigina, mi danno a volte un grande sollievo. Si, mi immergo nei suoni che una metropolitana a Parigi spande fra vagoni che si muovono, fermate e brusii. Fantastico! Forse sto facendo della pubblicità gratuita ma… per chi ne soffre come me, vi garantisco che è di grande sollievo averla a disposizione. Alcune prove le lasciano usare gratis. 🤗 Ne parlo qui perché il mio scopo è puramente di carattere informativo…

Qualche imput visivo lo posto con immagini, per farvi vedere che app ho ( nel mio caso) decido di acquistare per pochi euro, ma in verità ce ne sono tante altre.

Musica è anche questa . È una musica fatta di sonorità … per nulla sintetiche, per nulla manipolate , solo naturali. Mi scopro a immaginare i cattura suoni posizionati in ogni angolo del mondo a registrare con strumenti di varie fatture, i suoni che circondano noi esseri umani e che quasi mai sentiamo.

Credetemi, per l’acufene sono molto utili e distraggono da tutto quel fastidio, spesso snervante.

Oltre a questa informazione, utile per certi versi, vi lascio anche nelle orecchie un musicista Hip Hop rap degli states, esattamente dell’Alabama che io adoro!

Kanye West!

Buona mattina e buon proseguire al meglio !

Ahhh aiuta anche lui ! 🤗

413 follower… e la mia simpatia per voi!

Me ne sono accorta oggi. Mai successo nella storia di Perseide, Spinotza e oggi, che finalmente dopo un percorso tortuoso ho capito che @rocker… è la mia vera anima, la mia genuinità, la mia identità.

Io, ognuna di me alla fine, che ha sempre distrutto, ogni blog creato qui dentro. Le tante me che hanno sempre avuto un comune denominatore… Cate.

Cate nella vita fuori, faceva razzia, tabula rasa. Cate strappava, faceva falò di ogni cosa bella che aveva. Cate reagiva in malo modo per un moto di stizza improvviso, per un torto, una delusione.La paura di soffrire per Cate, era pari al bisogno di distruggere l’oggetto, o la causa della sofferenza che provava. Cate faceva lo stesso anche qui dentro. Buttava via pagine e pagine di vita raccontata nei blog. Li cancellava, disintegrava senza lasciare traccia del loro passaggio.

Oggi invece io, Cate, ho il bisogno di preservare, di proteggere, di mantenere, ogni ricordo, di conservare gelosamente ogni attimo di vita vissuta. Nella gioia e nel dolore.

Sono cambiata, molto cambiata, e lo devo soprattutto a voi.

Grazie, un grazie di cuore per ognuno di voi 413 fedeli compagni di viaggio.

@rocker🙂

Pensavo…

Forse forse, provare ad osare un tenero innocente bacio senza malizia, per ognuno di voi è un buon inizio per prendere coraggio nuovamente nel mondo.? Che mi sia concesso!Perché?

Ma perché vi voglio portare qui, proprio dentro la mia testa, un po’ caotica e un po’ giocosa, perché sapete quanto so essere… “geniale” con la Musica !

🤣

Mina 1965

Musica leggera italiana/pop

E…

Mondo Marcio 2014

Hip-hop/Rap

Lo penso davvero… e capisco che un bacio, per dire grazie… é davvero forse troppo poco!!🤓

Torno nelle mie umili stanze🙂