Girovagare

Io cerco sempre di pubblicare la musica che più mi rappresenta, che amo , a cui faccio spesso affidamento. Quella musica che sempre più spesso mi consola o mi tramortisce. Quando non pubblico musica, è perché sto sospesa in uno stato d’animo a me stessa indefinibile. Questa settimana non è partita alla grande. Ho cercato di forzare la mia natura… di darmi tono e ammetto che non sempre ci sono riuscita . Non voglio peccare di presunzione ma la verità sta qui dentro. In questa canzone. “Like a Stone” So che alcuni qui cercheranno, di comprendere cosa mi porto dentro da tempo. Quanto mi costi sostenermi e quanto tempo dovrò far passare, affinché io possa (chissà) un giorno, ritagliare uno spicchio di cielo azzurro, vero, invece di disegnarmelo. È vero, il tempo guarisce tutto, ma bisogna “reggerlo” il peso del tempo. Gli “Audioslave” hanno saputo “cogliere” quel che porto dentro di me.

Ora esco un po’ , pioggia o non pioggia, fuori è buio pesto ormai,e io esco a prendere una boccata d’aria.

notte insonne da “comune denominatore”

“LONGWAVE”,  Onde lunghe, così si traduce il loro nome. Era una band  Degli States, di New York esattamente,  indie rock, formata nel 1999 dal chitarrista, compositore e cantante Steve Schiltz, dal  chitarrista Shannon Ferguson, il bassista David Marchese e il batterista Jeremy Greene, Confusione e significative chitarre in distorsione. (Shoegaze). nel 2008 si son inabissati nel fiume musicale.

Mi mancano, Mai quanto mio figlio stanotte. 😦

E giro,  con la mia solitudine dalla forma annichilita e grama. Cerco musica, ascolto musica, fra sigarette consumate nel posacenere e caffettiera in azione. E per passar tempo cerco un sempre un   comune denominatore  nella musica… perché tutto passa e va, tutto torna, tutto si incastra e si amalgama.  Nulla va mai veramente perso… sprecato, buttato abbandonato.

ci stanno loro… i “Longwave”

 

e arrivano  loro… i “Blue October”

 

e loro, il supergruppo “Harvard of the South”

il comune denominatore?

Steve Schiltz!