Innamorata… sempre!

Stamattina me la sento dentro questa canzone di Paul Weller ♥️

“Empty hours Spent combing the street In daytime showers They’ve become my beat;

As I walk from cafe to bar I wish I knew where you are;

Because you’ve clouded my mind And now I’m all out of time Empty skies say try to forget Better advice is to have no regrets;

As I tread the boulevard floor Will I see once more;

Because you’ve clouded my mind ‘Till then I’m biding my time I’m only sad in a natural way And I enjoy sometimes feeling this way The gift you gave is desire The match that started my fire Empty nights with nothing to do I sit and think, every thought is for you;

I get so restless and bored So I go out once more;

I hate to feel so confined I feel like I’m wasting my time “

La trovate all’interno dell’album “Introducing The Style Council” uscito nel 1983.

Buona giornata!

I loro primi 40anni…

E ce ne saranno all’infinito … su questo non ho dubbi.

“Questa è una realtà di me, che solo chi davvero mi conosce nelle profondità del mio buio, o ha imparato a conoscermi, accettandomi per quella che sono, perché io amo più di tutte, ma davvero tutte, questa canzone …

1980 da “Closer”

“DECENNI”

Ecco i giovani, il fardello sulle spalle
Ecco i giovani, dove sono stati?
Abbiamo bussato alle porte della camera più oscura dell’inferno
Spinti al limite, ci siamo trascinati dentro
Osservavamo dalle quinte come le scene si ripetevano
Vedemmo noi stessi come non ci eravamo mai visti.
La rappresentazione del trauma e della degenerazione
I dolori che abbiamo sofferto senza mai essere liberati.

Dove sono stati?
Dove sono stati?
Dove sono stati?
Dove sono stati?

Stanchi dentro, ora i nostri cuori sono persi per sempre
Non possiamo accantonare la paura o il brivido della caccia
Ogni rituale ha svelato la porta per i nostri vagabondaggi
Aperta, poi chiusa, quindi sbattuta in faccia.

Dove sono stati?
Dove sono stati?
Dove sono stati?
Dove sono stati?

Questa canzone parla di un soldato che non è in grado di adattarsi a una normale vita civile dopo essere tornato a casa dalla guerra. ( ci sono Donne… che tornano da un fronte “emotivo distruttivo” che sono Soldati…)

“Paul David Hewson”

60anni e non sentirli, nonostante un glaucoma devastante…

Auguri Bono!🤗

La voce di Bono, la batteria di Mullen, che imita il rullo di tamburi di una marcia militare, e l’arpeggio di The Edge, tutto questo … dà “tono” a tutto il brano.

Dall’album War del 1983…

🤗

The Cure – To Wish Impossible Things

Ricorda come eravamo
quando il sole avrebbe potuto riempire il cielo
Ricorda come eravamo abituati a sentire
che quei giorni non sarebbero mai finiti
che quei giorni non sarebbero mai finiti

Ricorda come eravamo
quando le stelle avrebbero potuto riempire il cielo

Ricorda come eravamo abituati a sognare
che quelle notti non sarebbero mai finite
che quelle notti non sarebbero mai finite

Era la dolcezza della tua pelle
Era la speranza di tutto quello che potremmo aver avuto
che mi riempiva con la speranza di desiderare
cose impossibili
desiderare cose impossibili

Ma ora il sole splende freddo
e tutto il cielo è grigio
Le stelle sono offuscate dalle nuvole e dalle lacrime
e tutto quello che desidero
è andato

e tutto quello che desidero
è andato

e tutto quello che desidero
è andato

#iorestoacasa