Vian.

E se Musica e letteratura erano di casa per il 27enne Vian… allora inizio a credere che ogni segno abbia il suo libro per la vita…

Dall’aletta copertina di La Schiuma Dei Giorni di Boris Vian😊

Il mio tocco jazz…

jazz “Two For Me”

Il 30 Aprile di ogni anno è la Giornata mondiale del Jazz,

“per il riconosciuto ruolo diplomatico del jazz

nell’unire le persone in tutti gli angoli del globo”… 

Vi metto la mia classifica (due soli brani, non è proprio una classifica) dei pezzi jazz per me più belli in assoluto.

Così vi lascio cenate in piacevole compagnia, o almeno lo spero!

al secondo posto:

MILES DAVIS, 

per il suo estro artistico innovativo e rivoluzionario. Null’altro da aggiungere. Tre parole raccolgono tutta la linfa vitale  di questo grande musicista.

Al primo posto…

DAVE BRUBECK 

questo pezzo in particolare . Sapete quanto io “ami” i fiati nel jazz…

fateci caso, il suono del sassofono di Desmond spicca limpidissimo, e risulta alle mie orecchie come  uno dei suoni più riconoscibili nel mondo del jazz.

Sere arancio tramonto

Perché anche l’occhio vuole la sua parte. Concedersi un momento di relax con uno spritz è quasi d’obbligo qui il sabato sera. Sarebbe contraria all’elevata potenza la mia nutrizionista, che mi ha messo da giugno a stecchetto perché avevo le sembianze del tricheco obeso… ma… noi non glielo diremo che mi capita di sgarrare. Vero 🤭? Ecchecavolo! La vita è anche questo… voler osare, sfidare, godersi l’attimo sublime delle mucose eccitate, per poi magari passare una giornata rosicchiando gambe di sedano e masticando fra smorfie di disgusto,carote alla julienne🙂 . Vale! Vale!Vaaaleeeee!!

Certo, lo so… bere in compagnia è sinonimo di allegria ma… anche da soli è gratificante. Alla fine conta stare comunque bene con se stessi e con quello che ti offri, circondata comunque dal mondo di risate e chiacchiere che non ti appartengono, appartiene… boh, fate un po’ voi. A domenica gente!

Dimenticavo… Cosa stanno trasmettendo? A parte la visione di un tramonto pari al piacere del mio spritz…

Vi faccio presente che in “postacci” simili, come il locale dove sto, vale davvero fermarsi… soprattutto per chi ha il jazz nelle vene, perché questa è la “casa” del Jazz, ok?👍

Nulla da farmi perdonare

Dopo aver curiosato un po’ qua, un po’ la (senza accenti perché son pigra) ed essermi schiarita la visuale e stiracchiata un po’ … penso di aver individualizzato la mia colonna sonora domenicale.

I fiati… la tromba di Miles…, un ipotetico mio viaggio di ritorno immaginario. 💙

Ultima domenica lugliosetta.

Questa domenica milanese, già sfiora limiti poco sopportabili la mia pazienza, in ragione di caldo, umido zanzarioso , appiccicoso oso oso oso

Sentite… mettiamoci dentro un po’ di vita, voce di fiati e spiritualità positive varie o io non mi metto in pace. Non è mica vero che questa estate è più calda di quella precedente! Sono io che sto diventando intollerante ai capricci climatici☹️

Ma… buongiorno lustess ! 😃

Tutta la musica del mondo

States… 🇺🇸

Il grande cantautore J.J. Cale ❤️

“Quando la luce si affievolisce,

La notte si accende

È possibile ascoltare il silenzio

di questa canzone”

❤️ ma…

Il grande flautista jazz Herbie Mann… un pioniere della World music

Ora:

Vi dedico questa mia “eclisse ” musicale.

In questa serata di luna e di eclisse e di cometa che sfiora ogni cuore , la mia mente vaga nel ricordo di Chick Corea e al suo jazz Fusion in primis! Suonare il pianoforte … martelletti e corde . Corde… contrabbasso, chitarra classica ed elettrica e basso.

Ma io sono pure una appassionata di fiati nel jazz… sax, tromba, clarinetto, flauto…

Mentre osservo il cielo ancora splendente per me nell’aria note di flauto mi solleticano. Luna… accidenti!

Stessi ferma con la testa guadagnerei in salute! Sono del segno dei pesci ma in fatto di ragionamenti io sono come il gambero e il cancro nel vero senso di crostacei! Quando vago nella musica io non ho mai un senso logico lineare Ma, chi vaga non ha una logica. Va a sensazioni. A ricordi. A pulsioni . Ci manca poco che scrivo pure propulsione! Due pensieri avanti, uno indietro , retrocedo, vado di lato … L’ho scritto “propulsione” vero? ecco …

da tempo anche ma soprattutto grazie a Max ovvero Massimo Orsi le mie play personali musicali che mi porto in ogni angolo del mio vagare quotidiano, trasudano di country, folk, blues, americana in tutte le forme e le salse.

“Tutta la musica del mondo”

buona notte❤️

Non facciamo i difficili !

Non cominciamo a lamentarci!

Stamattina mi son svegliata con tutti sti frizzichii nella testa fin giù in tutto il corpo. È una mattina che parte fra tocchi isterici di corde di contrabbasso (per me parla… mica emette suoni)

Un brulicare di parole che tutte insieme mi regalano una melodia e un solletichino … pari ad un bel … “mettiti in moto viaggia, e non rompermi i maroni… (riferito a me logico!)”

Chi mi conosce lo sa… perdo ritegno e timidezza e corro dietro al contrabbassista! Con lui però scapperei! Peccato sia sposato !!! Un virtuoso del suo strumento! Un genio delle corde! Qualche nome? Hank Jones… Pat Methene… Chick Corea… John Crayton… James Brown… vi bastano per comprenderne il suo immenso tributo al jazz e alla musica?

Questo è deliziare le orecchie e far confondere il corpo !

Buon giorno gente e buona frizzante giornata! Jazz 😉

Io, di Jazz e … “improvvisazione”

Parto da qui:’Etiopia, nel Corno d’Africa

jazz etiope,

Getatchew Mekuria. 

LUI !

maxresdefault

Saranno due anni ad aprile, esattamente il 4 aprile il giorno in cui  è andato a sedersi sul Trono degli Dei del Jazz alla nobile età di 81 anni Getatchew Mekuria, un grandissimo sassofonista etiope. Una carriera musicale di 68 anni.

Era un vero sassofonista. Nato nelle campagne dell’Etiopia, ha sentito il sassofono alla radio all’età di 13 anni e si è recato subito ad Addis Abeba. Lui voleva suonare il sassofono, e c’è riuscito entrando a far parte prima  nella Band municipale della Capitale, poi,  nella Haile Selassie Orchestra, nella National Theatre Orchestra, nella Police Orchestra 
Dal 2004 entra a far parte definitivamente nella The Ex

Gli Ex sono una band underground dei Paesi Bassi formatasi nel 1979 al culmine dell’esplosione punk originale. Inizialmente conosciuti come una band anarco-punk, da allora hanno pubblicato oltre 20 album completi di esperimenti musicali e numerose collaborazioni che fondono punk e free jazz con stili di musica folk provenienti da tutto il mondo.

Hai capito come ci arrivo ad apprezzare e comprendere  il Free Jazz???

Questo capolavoro che ho postato in basso  del 2006 mi è capitato per caso  a dicembre dell’anno scorso e, mi ha aperto un nuovo orizzonte musicale per avvicinarmi sempre più al Jazz al free Jazz… alla musica.

Un sound che  mescola post-punk, jazz africano, noise e musica popolare etiope….

e dalui e dalla band EX  sbatto il muso recentemente su loro:

SUNWATCHERS

FuzzGoup1

I  Sunwatchers con il loro primo album marzo 2016…

CF-070cover_1024x1024.jpghttps://sunwatchers.bandcamp.com/track/herd-of-creeps

il secondo aprile 2017

a1055155482_16https://sunwatchers.bandcamp.com/album/sun-worship

 

per arrivare all’ultimo

febbraio 2018 

QUI !

Sono tornati , con il seguito del loro primo album debutto ! Il quartetto continua a sfidare la musica… , incorporando elementi di musica jazz, psichedelica, punk, etiope e thailandese ma anche  funky in un suono che non solo è da vertigine.

Sono  davvero avventurosi  i Sunwatcher, ripetitivi , ipnotizzanti fra  chitarre, tamburi che suonano all’unisono, senza perdersi mai mentre un sax, pare urli come un forsennato.  L’album è free jazz nel suo spirito ampio, ma è anche di quel genere da messaggio sociale e politico. La musica  è come lo specchio dove si riflette  questo nostro mondo, crudo, violento,  ma è anche un veicolo per le speranze, e per il futuro. Ha molto di pensiero politico. la loro musica  si muove dentro un chiaro messaggio di  arrivare a   distruggere il “capitalismo”

BUON ASCOLTO !