“Iron Sky”di Paolo Nutini

Un buon giorno tutto art, soft rock … fra blues bianco e funk… come piace a me !

È indubbio il fatto che nelle sue vene scorra sangue di Chianina DOC, perché la Toscana è anche la sua terra ma è scozzese di nascita. Già, Paisley custodisce dal 1987 i suoi natali. Paolo Nutini, é altresì indubbio che sia pure un cantautore straordinario e virtuoso. Questo pezzo che ho postato dal suo ultimo album Caustic Love del 2014 ci regala sonorità funk e blues da brivido. È un giovedì da vivere pienamente e intensamente miei cari …

🧡

Iron Sky ovvero,

Cielo di ferro

Siamo persone orgogliose che vivono in città
Ma le fiamme non potrebbero andare molto più in alto
Troviamo dei e religioni per
Per dipingerci con la salvezza 
Ma nessuno
Nessuno 
Ti può dare il potere
Sorgere sull’amore 
E oltre l’odio
Attraverso questo cielo di ferro
Questo sta rapidamente diventando la nostra mente
Oltre la paura e la libertà
Oh, questa è la vita
Lasciato gocciolare giù dai muri
Di un sogno che non riesce a respirare
In questa dura realtà
Cucchiaio di confusione di massa alimentato per i non vedenti
Serve ora per definire la nostra società fredda
Da cui risorgeremo sull’amore
Oltre l’odio
Da questo cielo di ferro
Questo sta rapidamente diventando la nostra mente
Oltre la paura e la libertà
Devi solo resistere!
Devi solo resistere!
Oh oh oh ohOh oh oh oh
(A quelli che possono sentirmi, dico, non disperare
La miseria che è ora alle porte non è che il passaggio dell’avidità 
L’amarezza degli uomini che temono la via del progresso umano
L’odio degli uomini passerà e i dittatori muoiono
E il potere che hanno preso dal popolo tornerà al popolo
E finché gli uomini muoiono, la libertà non perirà mai 
Non datevi a questi uomini innaturali 
Uomini meccanici con menti meccaniche e cuori meccanici!
Non siete macchine, non siete bestiame, siete uomini!
Tu, il popolo, hai il potere di rendere questa vita libera e bella
Per rendere questa vita un’avventura meravigliosa 
Usiamo quel potere!
Uniamoci tutti!)
E ci risorgeremo sull’amore 
E oltre l’odio
Attraverso questo cielo di ferro Questo sta rapidamente diventando la nostra mente
Oltre la paura 
E nella libertà 
Nella libertà!
Da cui risorgeremo sull’amore
E oltre l’odio 
Attraverso questo cielo di ferro 
Questo sta rapidamente diventando la nostra mente 
Oltre la paura e la libertà 
La libertà!
Oh, dal quale risorgeremo sull’amore 
E oltre l’odio
Attraverso questo cielo di ferro 
Questo sta rapidamente diventando la nostra mente
Oltre la paura e la libertà 
La libertà!
Pioggia su di me!
La canzone è interamente scritta da Nutini, ma il parlato invece ( che ho evidenziato in corsivo è
il discorso pronunciato da Charlie Chaplin  alla fine del film ” Il Grande Dittatore”.
Il video … beh è una finestra aperta in questo mondo … Il focus non è il regime stesso, ma come le diverse persone imparano a sopravvivere in situazioni spesso drammatiche.

Ci sono uomini, donne in preda della disperazione, in un mondo del tutto spiacevole e indesiderabile. Un regime totalitario controlla la popolazione trasmettendo suoni esasperanti. Loro combattono dei mal di testa cronici, causati da questi suoni, con una droga fittizia, l’ Aurora, ma lo fanno anche pregando oppure danzando freneticamente.

Di lui…

Ho amato ogni sua idea, ogni suo tocco.

Di lui , il suo barocco e il suo essere artista.

Di lui, il suo minimalismo e il suo voler sempre sperimentare.

Album Paris 1919 (1973 l’uscita)

BUONANOTTE

il cielo si illumina a giorno,

il temporale agognato è arrivato.

Si riposerà tutti un po’ più freschi e con le finestre socchiuse.

Le nostre preghiere sono state ascoltate.

Cosmic Dad Jokester

Vi confesso che a volte mi stupisco di me stessa.  Ho deciso di andare a fare una doccia calda perché sono un po’ infreddolita, poi stasera sono fuori per una pizzata e birrozza (ve l’ho detto… domenica niente dieta!), e quindi mi porto avanti col restauro. 

Francamente non so come faccia  a volte ma nella mia testa gira di tutto. Ha iniziato a martellarmi un motivetto tipo questo.: Hey! Ba-Ba-Re-Bo- Ba-Ba-Re-Bop... Hey! Ba-Ba-Re-Bo- Ba-Ba-Re-Bop *. e distratta  inciampo sulla coda del mio peloso che mi ringhia!  Inciampo, cane, peloso, inciampo…ringhia, il cane mi ringhia, la coda, il can…    caspita i “CAN” Maaahsiii…  Ecco perché mi frullava in testa tutto!  Quei tedescazzi della musica sperimentale! Porca misera, l’ingegnere  tutto strano , dai nastri magnetici in sovraccarico!!  il “Cruczo”  (come lo chiama da quel mò la sottoscritta ). In realtà qualche mese fa, ha lasciato in pace sua  questa terra a 79 anni  e da solista, o collaboratore girato (da vivo eh!) anche fra band come  gli Eurythmics, o  il fantastico  David Sylvian e altri che non ricordo onestamente.

Madò… l’ingegnere bassista coi baffi depressi ! L’avanguardista ! Come chi è?!  

1504720478852-can_holger_czukay

 

Holger Czukay!!!! questo qua !

 

Vabbè và, mi avete proprio proprio  deluso ! (no scherzo, dai lo sapete…) Vado in doccia!  ❤ e vi punisco…  Sèèèèèèèèè io non punisco mai con la musica , punisco col mutismo estremista !

Ego benedico vos in nomine..ah. ah.

Fatelo scorre questo album, è veramente uno dei più superlativi lavori del “Crucco” ! (CZUKAY… CRUCZO….)

ohhh… 1987 tempi miei  eh!

comunque  sappiate che la versione originale di Hey-Ba-Ba-Re-Bop è quella del 1945 del grande Lionel Hampton brano decisamente swing- West Coast .