Kahlil Gibran

kahlil_gibran

 

Come la foglia non ingiallisce

senza la muta complicità di tutta la pianta,

così il malvagio non potrà nuocere

senza il tacito consenso di tutti voi.

Voi non potete separare il giusto dall’ingiusto

e il buono dal cattivo;

perché stanno mescolati insieme al cospetto del sole,

come insieme sono tessuti il filo bianco e il filo nero.

E, se il filo nero si spezza,

il tessitore dovrà esaminare la tela da cima a fondo

e proverà di nuovo il suo telaio.

poeta, pittore e filosofo libanese.

 

Vedo a nanna…<3

a pelle, nella pelle.

Ci sono canzoni che ti inseguono per tutta una vita

E se ti inseguono cosa vuoi fare?

Dir loro “Canzoni che mi fate stare un po’ bene un po’ male, potreste sparire nel dimenticatoio o nella peggiore delle ipotesi risovvenirmi (diciamo) quelle 2-3 volte all’ anno che non si negano neppure a “Non ho l’età”, magari nella versione Gothic Metal dei  Kreator… ”  :-0

Seh…vebbè  Le canzoni stan lì ad ascoltarti. Se la fanno addosso appena ci parli. Loro corrono parzialmente libere nell’aria e quando trovano la povera vittima le si incollano addosso come mosche di inizio autunno.

Volete sapere qualè la mia in assoluto?

Buona serata a voi…

“Cerco diamanti in una miniera di zolfo
mi appoggio a sostegni ormai marciti
spero in qualcosa, aspetto un segnale
che non sono stato dimenticato
perso nel labirinto di un futuro incerto
seguo le mie tracce, tutte sbagliate
mi affido ad ogni cosa
prego che non mi abbiano abbandonato

Aspetto vicino alla porta, e mi chiedo
quando verrai a darmi calore
Prego perché finisca la notte
e venga la luce a placare la tempesta
che mi tiene prigioniero:
inerme mostro marino arenato sulla spiaggia
smarrito nell’estasi dell’attesa
mi struggo, anche se so
che non mi tufferò più in questa marea

Grido fino allo sfinimento:
– Come, come hai potuto lasciarmi a morire qui?
Sto gelando nel freddo che c’è
neanche un viso amico che mi sorrida nell’addio
come hai potuto permetterlo? –

Come hai potuto permetterlo?
Sogni, speranze, e promesse
istanti fuori dal tempo
di tutto questo si era detto
ma tu ancora non sai cosa si prova
quando ne senti arrivare la fine”.

 

“passioni”

Ci sono delle “Passioni”

che non perderai sulla tua strada,

qualunque direzione andrai a prendere

Dubitando davanti ad un incrocio,

saprai scegliere la via giusta

semplicemente seguendo la scia del vento,

la sua velocità,

la pressione che esercita sul tuo corpo.

E ti  spingerà  ad abbracciare quella strada

che non conosci,

che non sai dove andrà a finire,

ma che la tua passione, ti porterà a seguire.

Cate.

 

Black Pearl Jam

Vuote lenzuola di seta, intoccate lenzuola d’argilla
Sono state sparse davanti a me come una volta fece lei
Tutti i cinque orizzonti ruotavano intorno alla sua anima
Come fa la terra con il sole
Adesso l’aria che ho assaporato e respirato ha svoltato l’angolo
Già, e quello che le ho insegnato era tutto
Già, so che quello che mi ha dato è tutto ciò che aveva…
Ed ora le mie mani amare si sfregano sotto le nuvole
Di ciò che era tutto
Oh, le immagini sono state tutte tinte di nero, hanno tatuato tutto…

Esco a fare una camminata
Sono attorniato da alcuni bambini che giocano
Sento le loro risate, ma allora perché mi inaridisco?
Pensieri contorti mi girano per la testa
Sto roteando, sto roteando
Quanto velocemente può tramontare il sole?
Ed ora le mie mani amare cullano i vetri rotti
Di ciò che era ogni cosa
Le immagini sono state tutte tinte di nero, hanno tatuato tutto…
Tutto l’amore diventato malvagio ha tramutato il mio mondo in nero
Ha tatuato tutto ciò che vedo, tutto ciò che sono, tutto ciò che sarò… già…

So che un giorno avrai una vita meravigliosa, so che sarai una stella
Nel cielo di qualcun altro, ma perché?
Perché, perché non può essere, perché non può essere il mio?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: