Folk – Rock – Blues ♥️

Peter Himmelman è un cantautore e compositore cinematografico e televisivo americano del Minnesota, che ha suonato in precedenza nella band indie rock di Minneapolis Sussman Lawrence prima di intraprendere una vasta carriera solista.

Avrete compreso che la mia giornata oggi gira fra il connubio perfetto di tre stili musicali, e quel pizzico di romanticismo, più del solito… “Prima o poi le cose andranno un po’ meglio per me”.

L’impermanenza altro non è che la transitorierà dei fenomeni: tutto è passeggero, tutto muta, niente è eterno…

L’ambient music di “te”

Premessa personale:

“Come entrare
In un museo sonoro,

Evidenziati spazi infiniti e angoli nascosti dalla luce,

Di stanza in stanza, opere di diversa fattura e materia che si incastrano alla perfezione,

Creando un disegno che é tutt’uno con il contesto intorno e l’insieme, appare di una sorprendente bellezza eterea,

Non c’è l’inizio di un percorso obbligatorio, non ci sono frecce direzionali d’aiuto,

Non ci sono uscite strategiche, tantomeno di sicurezza,

C’è semplicemente la materia impalpabile, che si fa sonora al contatto auditivo.”

😀

Quasi ne fosse il sinonimo, pronunciare il nome Brian Eno, equivale ancora adesso a dire “musiche” per ambienti. Non che il suo catalogo pop non contenga cose pregevoli e memorabili, dai lontani anni con i Roxy Music ai primi album realizzati come solista, ma quelli erano contributi raffinati a un genere che già esisteva.
L’ambient music, invece, pur non nascendo dal nulla, è una visione della musica, genuinamente “sua”. Un marchio di fabbrica che nonostante le innumerevoli eredità, riaffiora puntualmente ormai in ogni sua opera…

Colpo basso

Una nuvola densa di vapore,

Visioni offuscate.

Poi si perde dentro il tempo,

Non c’è più niente, nulla.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: