Buona domenica!

Sarà merito del fuori porta,

o dell’amica paziente piena di colori caratteriali accesi.

Sarà pure colpa della gatta che mi gira intorno,

non curante dei miei respiri affannosi.

Sarà che è una domenica diversa dalle solite,

direi quasi bizzarra, per la sua pienezza.

Così stamattina presto,mentre la brina  iniziava a nascondersi alla giornata,

ho pensato di darmi una nota di luce e brillantezza. QUI dentro.. 

Il mio diario si illumina  un po’.

Quanto basta, per non stravolgere il sistema, e per darmi modo di vedere che intorno a me, sta iniziando a soffiare un leggero vento di novità, e che il mio esser “ombrosa” sta, seppur lento,  dileguandosi. ❤

Ora butto giù dal letto Michela e metto su la moka!

Torta ai semi di papavero… A vederla pare di mezzo chilo a fetta!!! IMG-7064stamattina ci prende alla grande!  Ve l’ho detto, la domenica niente dieta! ;-D

Buona domenica a tutti 🙂

 

Sole foschia nebbia e bianca neve ❤️ i miei giorni …

Domani rientro ma stasera ho voglia di memorizzare tutto quello che ho assimilato in questi giorni qui.

Campo dell’Osso, Subiaco, il Monte Livata… il Monastero di San Benedetto (dove ho alloggiato) e …l’Aniene… posti unici che mi porterò dentro come rivalsa contro il destino avverso  e un accreditarmi dopo anni e anni di stenti che son iniziati da queste parti fra strade ferrate e malafede , fra speranze e impiccagioni del mio ego, fra parole d’amore eterno e abbandoni. Ho voluto pensare di sognare  in grande in questi otto anni, ma… era il soggetto del mio  sogno , sbagliato,  non il sogno in se… Domani rientro in città! A malincuore ma ci sono mille e più posti da scoprire ora per me !

moltitudine

Indipendentemente, da quale sia l’approccio, quello che ha un valore unico è… essere d’accordo, contemporaneamente, e soprattutto esserlo in compagnia.

Due serate in musica…. ❤️

“Noi scriviamo il nostro destino ma qualcuno ci indirizza la mano e ci ferma per farci  prendere il respiro, e riprendere a scrivere ancora una volta di noi.”

Due serate su tre in cui l’anima di “Col…trane” (così, con una leggera pausa, bisognerebbe pronunciare il suo cognome, ci è stato raccontato), alitava leggera intorno  … creando un aura di luce piacevole ed epidermica-mente palpabile.

Un progetto musicale ambizioso che si è concluso dopo tre anni al Teatro Leonardo da Vinci  a Milano. (Zona Politecnico)

Orchestre,

Orchestra di Via Padova, in “Batik – Africana Suite

E…

Artchipel Orchestra, in “Cosmic Coltrane” 

Devo essere sincera, non ho mai viaggiato tanto, col corpo e con la mente come in queste due serate.

Mi è stato riferito da chi mi accompagnava in questo viaggio nella musica jazz, che non gli stavo seduta accanto, ma tra i componenti dell’orchestra e il coro.  Vero in parte…  😬 Io me ne stavo dietro le spalle del maestro d’orchestra Massimo  a seguire ogni suo movimento delle braccia e delle mani (per non parlare del corpo) e  respiravo ogni sua sfumatura, ogni disegno, ogni nota … e solo così sono riuscita a visualizzare i Tuareg… l’odore del vento del deserto , i locali fumosi e malfamati  del jazz anni 50 in America e… i suoni dell’Universo Cosmico , che intendeva  un musicista come Coltrane ai suoi tempi .

C’è stato un attimo in cui ho visto  addirittura il regista  Fellini che passava fra le immagini scomposte e offuscate di  “Prova d’Orchestra“. Un solleticare di strumenti caotici, fra borbottii , isterismi, malinconie, audaci risvegli del torpore, timidezze smodate bisbigli e sbadigli, insomma un insieme di musica e di accordi improvvisati che solo orchestre coraggiose e piene di inventiva potevano improvvisare, realizzare, in compagnia costante della spiritualità , e del modo di interpretare  il futuro dei suoni della musica  di un musicista come solo “Coltrane” in vita intendeva trasmettere al mondo..

Grazie… 🙂

Non sono pentita di non aver fatto  dei video o  foto. Non si può  in questo caso fermare un immagine o una melodia a memoria del vissuto. Sono momenti intimi, troppo intimi, profondi e preziosi, che non si disperderanno mai in me, e penso anche in chi era in mia compagnia.

❤️


 

 

 

 

FESTIVAL INTERNAZIONALE DI POESIA DI “MILANO”

Il mio sabato 13 prima tappa:

Seguendo il sentiero tracciato un anno prima, mi incammino legata a tutti quei mondi che conformano il mio quotidiano divenire; le mie  gioie, le mie  incertezze, l’incrollabile volontà di ricreare un universo a immagine e somiglianza globale. IMG_1809

Eccola lì, la Poesia” , (l’inizio di una stupenda verità scritta un giorno da Juan Gelman, che prosegue,)in piedi, davanti alla morte”. E’ iniziato in questo modo il mio sabato 13 Maggio sotto un sole e un cielo terso.

Poesia scritta per le strade…

parlata, respirata, danzata, musicata, recitata, IMG_1818 la Poesia  dipinta, Poesia come testimone del passaggio tra le diverse realtà di una città che contiene il mondo, e degli infiniti punti di contatto che compongono ogni singolo segmento.

Gli argomenti,  tanti, e non mi aspettavo diversamente.  Disabilità, violenza sulle donne, carcere,  rapporto con la natura, amore, dolore; poi la poesia del corpo e della pelle, del potere taumaturgico della parola, IMG_1816 della bellezza, del nostro essere in questa nostra madre terra, di quella musica verbale che ci permette di creare “ponti” laddove in tanti cercano di costruire “muri”.

Le Librerie Indipendenti erano sparse qua e la  e il loro “pane fresco”, era disponibile all’acquisto…

A proposito di “Pane” e di “Milano” , ho  comprato due libri…  IMG_1901Ma secondo Voi, Io dove avrò mai concluso il mio Sabato 13?  ❤  

“Un richiamo più forte della natura stessa. I colori, la conquista dell’astrazione, la meta di un lungo e tortuoso itinerario intellettuale ancora prima che pittorico, una “folgorazione” , una “risonanza” interiore, un “modello” da seguire… la “Musica”, la più “astratta” delle Arti…”

Vi lascio una traccia…  è una sua “Ouverture Musicale ”  del 1909  

Vi racconterò in un  post !:-)IMG_1878

Traccia… vabbè !

;-D

allora, allora, allora!

Buongiorno… !!!!  I Bagordi festivi si fanno sentire eh?

Rotolino  voluminoso, pesantezza  inusuale, 

colombe e OvO a go go…. Bravi !   

Qualcuno direbbe: “e anche questa Pasqua ce la siamo tolta dalle….” io invece dico…  “è ita! Nun ce se prova a penzà! Me conto i danni e incasso!!” 😛

 Ora che io aspetti Michela è dato per certo…. Ma che mi accompagni un cielo così no ! Non lo digerisco !!!!

Stanotte si dorme nel piacentino e domani all’alba, via, veloci in quel della provincia di  La Spezia.  5 terre  allo sbando e all’avventura. Mica l’ho finita di fare la valigia!  seeeeeeeeeeh! 

Comunque sia chiaro che se il tempo mi fa lo sgambetto, stavolta chiedo i danni al padreterno! LO FACCIO ! 

 

IMG_1004.JPG