Un venerdì da folli inclinazioni. 🤣

Visto che sono ben due volte ( e oggi sarà la terza), che vado a rompere le balle all AG2 per una maledetta cartella esattoriale che dovrò pagare in 4782 rate..

Comunque vada a finire, ho intenzione di contribuire alla mia maniera, al ritmo frenetico seppur claustrofobico, ammaliante e a volte un po’ cupo, e infine eccitante della giornata vá! 😉

…filtrare il blues del Delta con le sonorità new wave, significa filtrare due generi apparentemente opposti ma… si va pure oltre. Si spazia pure nell’elettronica Rock !😎

E incantarsi davanti ad un blues autentico sporcato con quella classe vagamente gotica è maledettamente corporeo ma anche extra sensoriale!😎

Buon tempo da Black!

Buona buona notte

Quei famosi e indimenticabili riff di pianoforte… fra chitarra e batteria…

“Oh no, una ragnatela
si è aggrovigliata su di me
e ho perso la testa
pensando a tutte le cose stupide
che avevo detto.

Oh no, che cos’è? È una ragnatela
e io sono ci sono finito in mezzo
allora cerco di fuggire
pensando a tutte le cose stupide
che ho fatto.

E non avrei mai voluto causarti dei guai
non avrei mai voluto farti del male
beh, se mai ti avessi causato dei guai
oh no, non avrei mai voluto ferirti.

Oh no, che cos’è? È una ragnatela
e sono io nel mezzo
allora mi contorco e mi giro

Sono qui, nella mia piccola bolla
canto forte che no
non volevo farti del male
e che, se mai ti ho dato dei guai
no, non ti volevo ferire

Hanno tessuto una ragnatela per me
hanno tessuto una ragnatela per me
hanno tessuto una ragnatela per me…”.

Yola

In Yola coabita tutto questo, e l’ho constatato di persona… Lei é capace di sussurri blues, acuti soul, sospiri gospel ruvidità rock e fragranze pop come poche altre

Evil Flatmates – “TBAY”

Un’incontro inaspettato, di qualche mese fa e una sorpresa gradita… e molto di più.

Parlo di Gianni “TBAY“, ovveroTHE BLUES AGAINST YOUTH.

Gianni ha scritto e composto tutti e 10 i brani. Gianni ha la residenza a Torino 😯 ma il suo cuore musicale pulsa di vita propria nelle paludi del profondo Delta del Mississippi, perchè è più o meno da quelle parti che pare echeggi il selvatico e febbricitante blues che riempie il nuovo album che porta il nome di “Evil Flatmates“.😃 uscito il 25 marzo.

Vediamo se mi date ragione…  dopo aver ascoltato qualche brano.

🎶

Questo è un disco di sano roots rock, dove country, blues e folk si fondono in una sapiente e curata combinazione. Vi dico una cosa, è un sacco di tempo se andate a ritroso dei miei post… che mi ritrovo spessissimo in Alabama, dove la musica è fatta di ombre e di luci che si rincorrono, dove il passato e il futuro spesso si fondono, e i ritmi musicali arrivano ad evocare fantasmi di autostrade impolverate, stazioni di servizio abbandonate e aggiungiamo qualche stazione ferroviaria dismessa 🙂

Guarda caso anche stavolta mi pare di esser proprio lì musicalmente ascoltando !

😯😯😯😯🎶


Inno alla “libertà”

È una ballata che tratta di libertà, non una semplice libertà fisica, ma una libertà astratta, mentale, da raggiungere con consapevolezza e da far raggiungere soprattutto anche a chi si ha intorno. Le parole della canzone si riferiscono a una condizione di schiavitù mentale dell’intera umanità. Una condizione inaccettabile, da cui fuggire. Solo l’uomo stesso è in grado di liberarsi dalle sue paure per andare incontro al futuro.

Dal nono album di Bob Marley and The Wailers, intitolato Uprising

Redemption Song è una ballata folk , suonata interamente con la sola chitarra acustica e vi sfido riscontare un accenno al ritmo reggae, seppur sia riconosciuto in assoluto solo nell’anima di Marley

Sfroos… lunar buondì

Prefazione: “solo l’aria s’é ferma”

I giorni passano senza mai trovare un semaforo rosso. Non parcheggiano, nemmeno vanno in retromarcia o fanno un’inversione ad U. Non hanno ruote, ne ali, o monopattini, ma si muovono continuamente . Vanno avanti dentro un rettilineo blindato ai margini, come dive da marciapiede da tempo accidentato. Slittano veloci, senza freni, la marcia in folle, e si schiantano distratti, spargendosi nell’aria come vetrate ottagonali, di una finestra bombardata dalla grandine battente. Sul finire a terra si disperdono, senza lasciare in giro troppe tracce, o un benché minimo perché del loro movimento, consumato dalla ovvia sorte. Spariscono, si perdono di vista, e non tornano, non tornano indietro mai.

You think you’re stronger, you think you’re better than me

fuck you please!

La buona notte

La lascio con un quesito dell’intimo…

Vorrai mai una volta soltanto, lasciarmi un ultimo sorriso, o magari un battito d’ali del cigno nel lago fra le nebbie?

Buona notte. 🌙

E vi lascio così🧡

Con quel bisogno di voci e suoni che mi sanno comprendere anche quando il mio essere è intrecciato fra fili spinati e petali di rose sbocciate troppo presto.

Da ieri la musica non mi fa molto da paziente amica. Mi lascia un po’ in disparte per via della mia aria un po’ arruffata come un gatto caduto nel fiume grosso, tenero ma che se solo ti avvicini soffia e graffia. È sempre più difficile tirarmi fuori dalla mia prigione ma…il famoso “scalpello” io continuo ad usarlo senza pausa per riprendere forza. Vale la pena sempre inseguire quella sensazione di libertà personale …

Lo so, sono contorta, contraddittoria forte, sono strana e inclassificabile spesso, ma qualcuno un giorno mi disse che era il bello di me questo imprevedibile caotico mio fare, che alla fine mi ha sempre distinta dal banale, dallo scontato, perfino da me. 🧡

Un saluto e… a domani…

E se volete capire di cosa sto parlando, vi basta solo ascoltare il primo brano dell’album qua sotto. Poi tutto, se vi va ,brano dopo brano, perché (senza mia alcuna presunzione), vi sembrerà … di mettere insieme tasselli di un vago seppur limpido quadro di me.

Per gli appassionati…

Ci tengo a precisare che la sottoscritta scrive ancora la letterina a Babbo Natale, e seppure metta ogni anno in conto il ritardo nel rispondermi ( risponde sempre!), perché ormai son da troppo tempo membro onorario del club degli “anta”😊, so per certo che non lo fa per dispetto ma solo perché per diritto di età, e taglia, la priorità va ai vari frequentatori di Petit Bateau, Chicco, Brums, Mia Bu, Giocattolandia, Toys, Città del Sole, etc etc!

Io non ho mai smesso di credere all’uomo grande e barbuto, vestito di rosso che vola spinto dal vento con Renne e Slitta bisluccicanti sopra il mio tetto!🎅🏻

Tutto questo per darvi una notizia …

Tutte le informazioni nel link sottostante.

https://www.ilsognodelnatale.it/

Andateci! Come me…🤗