L’angolo della nostalgia…

Nostalgia per modo di dire.

Era un lontano fine settembre 1991…

Non l’ho mai detto a nessuno sapete?

Erano già passati due anni dal mio matrimonio, e avevo un figlio molto piccolo, di un anno e mezzo appena, insieme a tante ma tante insoddisfazioni personali. Quella più “TOSTA” era la mia irrefrenabile crisi di gelosia nei confronti di una certa Ornella, ex mia compagna di medie, e pure infiltrata impiegata da prima che ci sposassimo, nello studio del mio, allora marito. Talmente stronza e brutta che abitando a tre portoni da noi tutte le sere si faceva portare a casa in auto dal mio fedele marito, (la portava, forse per una forma di pura cortesia… e perché purtroppo non sa dire dalla nascita un”no”). Beh, io ci vedevo sempre il marcio tanto da stare alla finestra ogni sera appostata, per vederlo passare in auto in “compagnia” e dal primo piano la vedevo pure seduta al mio posto!! Se ci penso oggi … mi do della scema, crudele patentata! Sarà che mi sentivo frustrata, e impedita a “controllarli” , diffidente quale ero su quei due, perché stazionavo a casa col pargolo piccolo. Sarà che mi vergognavo anche ad andare in studio per non far capire che ero la tipica moglie gelosa e sarà pure che io ero così giovane e senza un minimo di senno che alla fine mi costruivo da sola voli pindarici su presunti tradimenti e relazioni extra! Che litigate inutili ogni santa sera. Povero uomo … La mente è strana… il padre di mio figlio non aveva occhi che per me seppur mi sentissi grassa e orrenda e… io per ripagarlo lo visualizzavo nelle braccia di un’altra, e non le mie. Come è andata a finire? L’ho fatta licenziare . Quanto sono stata bastarda. Ho piantato la croce addosso ad una povera crista che non centrava nulla … e posto un masso sulle spalle del mio povero marito stressato da me. Ammetto però di non essermi mai sentita in colpa per lei, perché fin dai tempi della scuola mi stava sulle palle. Deplorevole… mi sono atteggiata a bulla pure io, in quel tempo, ma ero letteralmente fuori di testa.

Per puro caso in radio iniziavano a circolare dei brani di un album uscito da poco, dei Primal Scream. Mi è partito l’embolo!

Ascoltarli, da un lato significava alimentare la mia ebbra irrazionale, ma dall’altro, (guarda un po’ )’, riuscivano a calmare il mio animo omicida, distraendomi dalle immagini distorte sul mio matrimonio e la relazione presunta che mi ero creata .In realtà iniziavo a capire che c’era di peggio nel mondo. LSD e metanfetamine erano intorno, fagocitando giovani curiosi cazzo! Io ero la madre di un bimbo che sarebbe cresciuto, in un mondo pieno di ulteriori tentazioni e pericoli, in aggiunta a quelli già esistenti…. altro che l’Ornella e le mie paranoie! Mi sono “delete” , o come qualcuno oggi, osa usare con leggerezza … “formattata” ! Si, mi sono auto imposta la “formattazione del cervello”!

Ancora oggi, quando mi inoltro in un terreno simile a quello di tanti anni fa, da me vissuto, quando vado in paranoia per qualsiasi situazione che non capisco e che amplifico pure… io riesumo i Primal Scream e soprattutto quell”album che vi ho postato e che ho di fortuna materialmente da quasi 3 anni . Me lo sparo a manetta per casa e, Funziona. Mi riprendo nuovamente e vado alla grande !!🤗

Il tempo è galantuomo si sa, ma i Primal Scream con “Screamadelica” sono un sistema musicale taumaturgico, molto valido e attualissimo !!

Questo. album poi…

😎

Vi saluto con il mio buongiorno…

Con un giovane cantautore belga, Jonathan Ivo Gilles Vandenbroeck, ma quasi tutti lo conoscono come Milow. Canta un bellissimo brano che risale credo a marzo 2015. Lasciamoci per pochi minuti incantare dalla voce pulita, dall’acustica, l’elettronica, e un pizzico di sano R&B contemporaneo… ma soprattutto dalla semplicità di questo momento, e dai gesti sempre uguali che ci portano ad ogni santo risveglio nel nostro mondo fatto di quotidianità . A poi ! 🤗

Dark wave… indispensabile

Quando guardo imperturbabile il soffitto, e il sonno mi osserva da lontano sfidando la sua sorte . Quando voglio non pensare, a quel tutto che ho trascorso, ma soltanto spaziare nel profondo del tempo del nulla, che ho consumato, vaporizzando solo suoni incomprensibili.

Ecco, in quell’istante perfetto, io creo la mia insaziabile amnesia.

Buona notte…


Moses Boyd: Dark Matter (2020/02/14)

Poche parole… per questo album che è “arte” musicale allo stato puro.

– Sovreccitamento della mente

– Furia fuori da ogni controllo

– Percorso inevitabile in una condizione di transfigurazione (arcaico termine ma ci sta tutto) psico-dermico, che porta al raggiungimento dell’oblio più intimo e nascosto.

Non c’è altro da aggiungere se non buon viaggio dentro un qualcosa di inimmaginabile… 🧡

Little Bity Pretty One

Lo sfogo notturno che ho postato stamattina mi ha in parte libarata da quel senso di disagio civico opprimente, che mi stava rendendo pesante la gestione delle mie giornate.

Sentirsi carichi di buoni propositi, abbracciando la giornata di sole con l’entusiasmo che merita è di dovere ! E poi è giusto esser un po’ carina! Solo un po’ eh😉

1957! Questo anno lo associo a mio zio Aldo che non vedo da 23 anni per una faida inutile di famiglia, a cui non potrò mai porvi rimedio,perché gli uomini di quell’annata dimenticano l’amore e il rispetto andando avanti con l’età. E poi sono troppo orgogliosi e permalosi uffa!

E a loro… i Frankie Lymon che da sempre, sprizzano ritmo rock e gioia da tutti i pori epiteliali e non😉

Buon proseguire la vostra giornata al meglio! 🧡

L’assoluto negativo “furor” di popolo.

Solo mascherine, solo mascherine! Io sono circondata da centinaia di mascherine per strada. Io sono fra quei pochi che non la indossa (ancora) perché, non ho nessun tipo di sintomo influenzale, e aggiungo, pure di qualsiasi natura sconosciuta, quindi non devo e non mi serve! Cani e porci lo stanno dicendo in tv, nelle radio, in farmacia, lo stanno dicendo da giorni! Manco il Papa la usa! Fateci caso.

Chi non ha nessun sintomo si sta proteggendo da cosa, da chi, con quella mascherina?

Uno spreco, un vero spreco per chi ne ha davvero necessità e non le trova! Pensateci cazzo.

Le mascherine devono essere usate da chi HA davvero un qualsiasi sintomo di malattia aerea, influenzale, per proteggere eventualmente tutti quelli che non han problemi. Questo è l’uso corretto, per indossare una Mascherina Chirurgica o altro, ed essendoci anche un virus ancora sconosciuto, solo le persone con patologie a rischio o che hanno un principio di influenza stagionale potrebbero anche beccarselo, perché più esposti con il rischio davvero di problematiche di salute più gravi che già sappiamo a memoria. Ho notato che molti anziani non le indossano in città da me, e se ne incontro qualcuno munito, con ogni probabilità ha davvero problemi di salute magari lievi. Forse quella fascia di età dai 75 anni in poi, per pura precauzione personale, dovrebbe adottarla in ogni caso ma… vedo tutti tranquilli . Evidentemente non hanno adottato quella paura fobica che molti giovani o adulti invece hanno.

Ci tengo a farvi sapere anche che la comunità cinese della mia città, Chinatown, si è da giorni autoimposta una chiusura generale di tutte le attività commerciali, con data da destinarsi per riaprire tutti i negozi ristoranti supermercati e altro al pubblico. Ha deciso di non creare imbarazzi, disagi a nessuno, visto che in molti purtroppo, hanno avuto problemi di comportamenti incivili da parte chi non ha la pelle gialla. Definiti colpevoli di essere “cinesi “, portatori del virus che si propaga. La diffidenza e la malignità di pensiero e parole, hanno colpito. Complimenti! Sono cittadini italiani e molti sono milanesi di nascita, magari nemmeno sono andati in Cina ma condannati comunque. Chi c’è stato ed è rientrato da poco vi garantisco che si è imposto una auto quarantena in casa anche di tre settimane avvertendo le unità sanitarie competenti della zona.

Ora mi domando … Ma si può tornare ad una pacifica esistenza di civiltà comune, di umiltà cristiana, e di razionalità, invece di puntare dita accusatrici senza nessuna logica?

Ma si può usare un briciolo di intelligenza anche per ste cazzo di mascherine?

Oggi al supermercato vicino casa quasi deserto, le cassiere e tutti gli impiegati stavano indossando indovinate un po’? Alla mia domanda in cassa,

“Ma ha qualche problema di influenza o altro, e mi scusi se mi permetto, ieri non la usava”…

Beh gente… Mi è stato risposto testuali parole … “ No, sto bene, ma lei o qualcun altro potrebbe avere il Coronavirus adesso, e io sono in dovere di proteggermi😱

Me ne sono andata indignata non prima di aver replicato con un fare molto ironico alla signorina in cassa… “ Ehmmm. signorina, quella mascherina dimostra l’esatto contrario di quel che mi ha appena detto! La ringrazio invece per l’impegno che lei ha adottato nel proteggere me e quelli in coda con me, perché magari ha il raffreddore e non vuole creare contagi! Molte grazie.”

L’ho folgorata! Ben le sta. Gnuranta!

Ma insomma !! O non funziona il sistema informativo, o qui siamo tutto fuori di melone!. 😞

Come ci siamo arrivati a questo scempio? La mia bella Milano, città metropolitana, città che lavora, che accoglie, che non fa discriminazioni di razza e di sesso, che è viva, respira, che tutto può dare, che apre porte e portoni e da mille possibilità a chi davvero le vuole, sta affondando nella cacca e nell’inciviltà put…tana😱. .

Siamo diventati l’immagine di una metropoli IN NEGATIVO ! E poi come italiani offesi, spariamo pure sulla Croce Rossa, perché all’estero non ci fanno entrare, attraccare alle banchine dei porti, atterrare negli aeroporti ! Se questo è l’esempio di civiltà e intelligenza che stiamo dando NOI in casa nostra, che chiudiamo la porta in faccia e ci guardiamo come ipotetici diffidenti, maligni e appestati… figuriamoci quanto hanno ragione all’estero di trattarci davvero come appestati virali e pericolosi…

Provo vergogna…l’apocalisse sta bussando alle porte del nostro cervello!

Un bellissimo omaggio del mio chirurgo maxillo-facciale doc Angelo, per l’intervento di innesto osseo. Mal sopportata, e si respira male ! Usata qualche ora e solo per uscire, perché ero gonfia e deformata in viso. Vi giuro che era sabato primo febbraio e chiunque incontravo per strada, mi guardava come se fossi stata una “terrorizzata” dal Coronavirus. E ridacchiavano al mio passaggio nominandolo fra i denti quel nome del virus….
Assurdo ! Ora quasi tutti le indossano e se la fanno sotto. Che dovrei fare ora a quelli io? E magari la indossano pure con fare da panico! 🤣

Soddisfazioni…

Amo la terra, amo la campagna e in mancanza di questi due elementi per me importanti mi organizzo come posso per avere un piccolo angolo di consolazione in questa città metropolitana.

Dal mio piccolo agrumeto di città del terrazzo …
Al mio piccolo e gustoso raccolto. Adoro i mandarinetti cinesi e il limone… mi serve per i carciofi!
🧡🧡🧡

Ho visto da subito la faccia di un leone …

La faccia di un leone

Se hai visto l’immagine generale e identificato il volto di un leone, è perché sei una persona intelligente che non ha problemi a vedere le cose da una prospettiva ampia.

Hai un pensiero critico e non ti posizioni rapidamente. Ma quando credi in qualcosa, la difendi fino alle conseguenze finali. Quando prendi una decisione, lo fai in modo sicuro e senza rimpianti. Sei molto ammirato per questo, e le persone ti ascoltano e ti rispettano.

Il test psicologico per passare qualche minuto spensierato, lo trovate qui sotto. ❣️

⬇️

⏮▶️⏭⏸

Lasciarsi scivolare…

Ci sono scelte che bisogna fare per forza,

e a volte bisogna affidarsi.

Credere nella riuscita, ed avere un po’ di fiducia.

Alimentare sempre quella flebile speranza, per una piccola e importante crescita.

E a volte nel silenzio, imparare a pregare.