terra di mezzo

‼️Colibrì 🌹

Stasera è così…

Il testo⬇️

Nei tuoi occhi una seconda luna
Forse proprio quella da cui vieni tu
Prova un atterraggio di fortuna
Per non cadere giù

Colibrì, seguivi un colibrì
Ti ha portato dalla giungla a una metropoli
Colibrì, seguivi un colibrì

Sai anche a me cadere fa paura
Però noi siamo qui
Lo sai che come un sole ti seguirei
Verso cieli più limpidi
Ora tu cosa immagini
Se ti dico: “Vorrei farti volare fra gli alberi 
In mezzo ai fiori bellissimi
Per poter essere liberi”

Come colibrì, seguivi un colibrì
Che ti ha portato dalla giungla a una metropoli

Fermo in mezzo al traffico stasera
Abbasso il finestrino per guardare su
Passa in mezzo al cielo una cometa
Vabbè so che eri tu, ehi

Colibrì, seguivi un colibrì
Ti ha portato dalla giungla a una metropoli
Credimi, seguivi un colibrì

Lo sai che come un fiume ti seguirei
Verso mari più limpidi
Ora tu cosa immagini?
Se ti dico: “Vorrei farti volare fra gli alberi
In mezzo ai fiori bellissimi 
Per poter essere liberi, liberi”

Prendi le mie mani nel buio
E portami lontano dove sai tu
Quando ho immaginato il futuro, c’eri tu
(Vedrai un’altra città)
Correre davanti a te
(E sarai confusa ma)
Sembrerà tutto possibile
Sembri nata per sorridere

Lo sai, che anche io vorrei volare fra gli alberi
In mezzo ai fiori bellissimi

Come un colibrì, eh eh (colibrì)
Colibrì, seguivi un colibrì (poter essere liberi, oh)
Colibrì (colibrì, oh)
Colibrì (colibrì, ah)
Colibrì (colibrì)
Colibrì (colibrì, liberi)
Colibrì (colibrì)
Colibrì (colibrì, oh)
Colibrì (colibrì)

terra di mezzo

Arte crepuscolare‼️

Qualcuno scrisse tantissimo tempo fa, ma adesso non ricordo chi, che un tramonto bellissimo ha bisogno di un cielo di nuvole ☁️

Ho sempre visto il tramonto come una sorta di galleria illuminata, infuocata, che lentamente ingloba un treno che viaggia veloce… Chissà cosa c’è dall’altra parte di quel fuoco mentre il treno lo attraversa mi sono sempre chiesta… Ma questa è un’altra storia. Una storia fatta di farfalle che si posano a terra e che sbattono le ali per disperdere l’umidità del primo mattino.

Ieri, camminando come sempre faccio in compagnia del mio cagnone, alzando lo sguardo al cielo, mi sono ritrovata completamente avvolta in uno scenario di fuoco. Mi sono chiesta cosa avrei potuto chiedere di più dalla vita, visto che ogni tanto mi concede il privilegio di poter ammirare in diretta, un quadro vivente di così naturale bellezza…

Camminavo tranquilla, camminava serena, il mio cagnone non tirava neanche il guinzaglio e nelle mie orecchie, credeteci oppure no parlava e cantava Roger Waters… Strana la vita vero? Non la sua casualità…