terra di mezzo

“L’estro-Bass” di Joe Sanders‼️

Joe Sanders si è fatto un nome grazie alla sua versatilità, dedizione e ritmo costante. È senza dubbio uno dei giovani bassi jazz più ricercati della sua generazione. Nato a Milwaukee nel Wisconsin ha studiato al Dave Brubeck Institute in California sotto la guida di Christian McBride (un contrabbassista e bassista jazz statunitense, considerato un virtuoso del suo strumento), assorbendo quelle basi che gli hanno permesso di diventare un bassista di grande creatività in ogni nota che suona. Da quel momento Joe ha avuto la fortuna di esibirsi e di imparare al fianco di luminari come: Dave Brubeck, Christian McBride, Terence Blanchard, Ron Carter, Roy Hargrove, John Clayton, Jimmy Heath, Charlie Haden, Herbie Hancock, Wayne Shorter, Ravi Coltrane, Mulgrew Miller e Geri Allen.
Dopo essersi trasferito a New York City, ha ampliato i suoi orizzonti musicali con musicisti visionari come Gerald Clayton, Justin Brown, Christian Scott, Ambrose Akinmusire e Fabian Almazan. La fusione tra le influenze assorbite dai maestri e dai musicisti della sua generazione hanno spinto Sanders verso un nuovo modo di concettualizzare il basso, di suonare la musica e di vivere la vita.

Ascoltate “Introducing Joe Sanders“, il suo primo album del 2012

e poi anche “Humanity“, del 2013.

Quest’ultimo è un lavoro ispirato alla violenza costante che colpisce la nostra vita quotidiana, ricordandoci di vederci e di trattarci l’un l’altro con compassione e amore, come esseri umani.

Nella vita, così come nel jazz, funge da “amalgamatore” di suoni, ma soprattutto da sostegno… Ascoltare il suo suono “basso” per me, non solo ha un effetto rilassante ma è anche altamente terapeutico, rigenerante!

2 pensieri riguardo ““L’estro-Bass” di Joe Sanders‼️

I commenti sono chiusi.