terra di mezzo

‼️Alcune canzoni…

La Luna nella sua completezza è una presenza ingombrante e protagonista indiscussa nei racconti e nella fantasia di ogni cultura, sin dall’alba dei tempi. Lei sa danzare indisturbata con ogni materia, ed è anche il simbolo della fertilità e del benessere tanto quanto il diventare veicolo motore in materia di stregoneria e di occulto. Da sempre però è il fulcro intorno a cui si plasmano non solo le più dolci poesie, ma prendono forma anche racconti di paura e di superstizione. A volte mi domando, mentre son ferma ad osservarla nel cielo quando, puntualmente tonda, luminosa e bianca si presenta al mio cospetto, se gli scheletri che vedo sulla sua superficie possano forse essere i resti di un campo di battaglia di un tempo mai passato…

Cover
terra di mezzo

Chick‼️

È già passato un anno e sembra ieri, sembra ieri da quando sei scomparso e la notizia mi lasciò dentro un dispiacere tale da farmi sentire incapace di esprimere un emozione. Avevo appena iniziato a scoprire lo spirito della tua musica, credevo ci fosse ancora tanto da fare e invece ho imparato a vivere di eredità…e ad amarti sempre di più.

La mia sveglia mattutina è un’altalena di brani tuoi spesso e volentieri, e in questi giorni mi svegli, portandoti via la pesantezza del sonno, per lasciarmi addosso un sorriso di piacere. Ho capito con te, che devo sempre guardare in faccia al mondo, con un po’ più di ottimismo, ripetendomi spesso: “Tutto sommato la vita, non fa così schifo nonostante le cose orribili che mi circondano.

E inizio il giorno immergendomi in un sound più pulito, privo di tutte le sovrastrutture elettroniche di un tempo, l’ascolto si fa più classico, e mi quieta l’anima spesso burbera e insofferente. In questo album la Elektric Band e le sue trame mettono a nudo la composizione arrivando a scoprire che il suono è sempre ad un livello altissimo… non perdendo assolutamente freschezza e dinamismo. Lo stato di forma è “eccellente”. Ho capito che rispetto al solito modo di suonare, questo lavoro è molto più tradizionale senza tradire comunque la fisionomia sonora della formazione. C’è qualcosa che appare… e che prima non vedevo… un “innata eleganza”.