terra di mezzo

Ottima compagna tra i miei passi‼️

Avevo voglia di passeggiare, avevo voglia di passare un po’ di tempo con me stessa e avevo voglia di immergermi in un luogo della vecchia Milano a me caro e impregnato di ricordi … Via Cavalieri del Santo Sepolcro, e un laterale della Chiesa che conserva sempre quel fascino di mistero: San Gimignano ( canonica). Buona serata.

terra di mezzo

La Haine – film ‼️

L’odio (La Haine) è un film del 1995 scritto e diretto da Mathieu Kassovitz.

«Questa è la storia di un uomo che cade da un palazzo di cinquanta piani. Mano a mano che cadendo passa da un piano all’altro, il tizio, per farsi coraggio, si ripete: “Fino a qui tutto bene. Fino a qui tutto bene. Fino a qui tutto bene.” Il problema non è la caduta, ma l’atterraggio.» (Finale del film)

Banlieue parigina, un ragazzo viene pestato a sangue dalla polizia durante un’interrogatorio e finisce in coma profondo..è la fiamma che scatena una violentissima sommossa urbana contro le forze dell’ordine e che fà da premessa a questo rovente film d’esordio di Kassovitz (La Haine). Durante i tumulti un agente perde la pistola d’ordinanza ed è proprio Vinz, un ragazzo del ghetto (giovanissimo Vincent Cassel) ad impossessarsene e a giurare che nel caso in cui il ragazzo in coma perdesse la vita, lui pareggerè i conti uccidendo un poliziotto. Scoprirà poi che prendere una vita non è facile come credeva. Per essere al suo primo film la regia di Kassovitz è già a livelli stellari, anzi forse mai più eguagliati nei suoi lavori successivi (I Fiumi di Porpora, Gothika..) la cinepresa si addentra nel ghetto parigino come in un vero e proprio documentario e ce ne trasmette i suoni, gli odori, il disagio. Da non tralasciare è anche la colonna sonora splendidamente camaleontica nella quale si fondono scratch hip hop, funk, reggae, soul, fino ad arrivare alle celeberrime liriche di Edith Piaf. Un film che non racconta solo di violenza gratuita e pallottole sibilanti ma che mostra i lati oscuri di una società sempre più in bilico. Premiato per la miglior regia a Cannes ’95 L’Odio è uno dei più notevoli film europei degli anni ’90. (Fonte https://www.mymovies.it/)

Il film fu un successo di critica e di incassi, ma provocò grandi polemiche in Francia per il suo punto di vista sulla violenza urbana e sulla polizia.