terra di mezzo

(è solo per voi‼️) “Good Luck, Seeker” – The Waterboys- 2020

Prima settimana dell’anno che porta via tutte le feste …già già

Vi voglio parlare di “Good Luck, Seeker”, che è il titolo del quattordicesimo album dei The Waterboys .

Questo è un album che ho comprato a settembre 2020 quando i Lockdown erano ormai un’abitudine per noi inseguiti dal Coronavirus . Un album che dopo aver ascoltato un paio di volte ho lasciato in sospeso. Era troppo, era davvero troppa roba per me e non riuscivo praticamente a godermelo come avrei voluto fare… troppo di tutto e per davvero per le mie orecchie abituate soprattutto ad un Mike più… morbido, comprensibile. A distanza di più di un anno ho deciso di parlarvene perché alla fine ho avuto bisogno di tanto tempo per comprendere quella complessità musicale insolita, che andava ben oltre all’oltre. Beh, me ne sono letteralmente innamorata imparando a conoscerlo e a dosarlo in piccole pillole musicali.

È stato realizzato interamente dal leader della band Mike Scott, nella sua casa di Dublino durante il lockdown e porta in se un’anima musicale divisa esattamente a metà. Esiste un lato più coinvolgente e convincente nonostante la molteplice varietà che muta le carte in tavola di brano in brano. e poi un’altro invece, che definisco disarmonico, distaccato, che fa largo uso della programmazione tanto da lasciare spiazzati alla luce di quanto si è precedentemente ascoltato solo qualche brano prima. “Good Luck, Seeker” non ha un filo conduttore, non ha una trama. I due lati si muovono di vita propria. L’album spazia fra tantissimi stili musicali che partono da una sorta di sbornia di ottoni e rock’n’roll , funk, elettronica, soul e rhythm and blues, il tutto molto funky, e che mai si intersecano, si legano tra di loro, però si lasciano ascoltare tutti senza alcuna forzatura.

L’esempio visivo che vi posso fare è quello di immaginare di sfogliare un album fotografico non vostro: di pagina in pagina si passa da un bellissimo tramonto a Santorini, a quella di un mare in tempesta plumbeo e minaccioso. E poi ancora un paesaggio montano ricoperto di neve e subito dopo l’immagine di una foresta canadese devastata da un incendio. Più avanti la foto di una madre che culla il proprio figlio accovacciato sul grembo, e di seguito i ruderi bellici di una città distrutta dai bombardamenti. Avete capito cosa intendo? Questo album va vissuto proprio come se fosse un album di fotografie che non ha un filo conduttore, un tema specifico. Fotografie che cambiano e che arrivano a trasmettere diverse sensazioni nel cuore e nella mente, man mano che si fanno scorrere.

Ora, il talento di Mike Scott, nel 2020, è riuscito a regalarmi ancora una volta, un accecante bagliore di luce cristallina che mi ha sedotta e sorpresa al tempo stesso. Ma c’è voluto del tempo! Una cosa è certa, Mike è proiettato alla grande e senza riserva alcuna nel futuro. È in continua evoluzione e trasformazione, e io continuo a restare legata a doppio nodo a lui é alla sua band, nonostante le difficoltà che incontro per “comprendere” i molteplici messaggi musicali .

Questi sono i quattro brani che ho estrapolato dall’album deluxe per voi, Brani che mi piacciono tantissimo e fra questi c’è una cover di Kate Bush (Why I Should I Love You) cantata con l’entusiasmo di uno che ha appena scoperto il rock’n’roll…😀 Il resto dite? Andate a cercare tutto l’album in rete e provate a dare un corpo che pulsa alle mie parole…❤️

3 pensieri riguardo “(è solo per voi‼️) “Good Luck, Seeker” – The Waterboys- 2020

  1. E hai ragione. È impregnato di una poetica tipicamente irlandese oltre che naturalmente il sound… Quello è il Mike che più di tutti apprezzo perché è quello che ho incontrato la prima volta anni fa ❣️ grazie Giusy. Ho apprezzato tantissimo il tuo commento perché significa che mi segui dentro e questo mi fa un grande piacere

  2. L’ultimo brano è quello che mi piace di più, ja forse anzi certamente hai ragione tu, 9ccorre essere nel modo esatto per apprezzare l’intero apbum appieno!!! Buon lunedì e buona settimana a te carissima Cate 😉

I commenti sono chiusi.