terra di mezzo

“Saints”

Vi va un po’ di musica… di quella che fa star bene a me ? Magari per voi é la stessa cosa. Sapete che non do (quasi) mai fregature… sono umana, posso anche sbagliare… ma stavolta penso proprio di no. 😃

Love Wash è il titolo dell’album di esordio da solista del cantautore di New York Mike Etten, con alle spalle una lunga e varia esperienza musicale che spazia dal country al punk.

Sono rimasta davvero impressionata dal sound di questo brano che vi lascio in ascolto. Mi ha deliziata il modo in cui fonde un suono psych-folk ritmico e sognante. Musica Americana all’elevata potenza. Ho letto in giro che “Saints” è stato scritto da Etten una mattina presto, in modo un po’ confuso, strimpellando con l’acustica una progressione di accordi, e cantandoci sopra una serie di parole inventate al momento, tanto che alla fine la canzone stessa é venuta fuori praticamente da sola. Ha iniziato l’arrangiamento attorno alla chitarra e la voce, aggiungendo poi la batteria e i sintetizzatori quasi a voler creare dei contrasti con l’insieme . Ha poi pensato di aggiungere non solo l’armonia vocale ma anche un violino che alla fine ha reso l’insieme tutto più melodico ed etereo

Come lo vivo questo brano?? Lo vivo come se fossi circondata da una melodia che mi ricorda molto un valzer. Lo percepisco come se mi stesse facendo camminare sopra una sorta di ponte sonoro con il preciso scopo di aiutarmi a comunicare prima un po’ con me stessa, poi con le persone del mio passato che non ci sono più, e mi sa anche con uno o due spiriti di persone mai conosciute, in quanto non facenti parte della mia vita attuale ma di un’altra. Etten con la sua voce sa essere così … “evocativo”… Provare per credere.

11 pensieri riguardo ““Saints”

    1. Vero? È un album particolare l’ho scaricato😊 diciamo che va bene per i momenti in cui uno non vuole rotture di balle e vuole rilassarsi! 😊

  1. Belooo!!! È proprio vero non deludi mai con le tue proposte musicali 😉

I commenti sono chiusi.