Maestra di vita e molto altro

Ci sono cresciuta con Rosa Balistreri grazie a mio padre e mi sono creata nel tempo una coscienza politica e sociale che é di gran lunga lontana anni luce da quello che oggi molti barlafusi professano. Questo post ha il solo scopo di far conoscere per come l’ho assimilata e ne ho fatto un esempio da seguire, grazie ai racconti mio padre siciliano, che la conosceva. Un ragazzo che si rispecchiava in lei e nei suoi racconti, un ragazzo operai costretto ad emigrare a nord, con un sisma del 68 devastante alle spalle, senza madre con due fratelli da crescere, e i sacrifici, la miseria le discriminazioni sociale, la fame e la lotta popolare.

Fare politica, per protestare cantando. Si può fare politica e protestare in mille modi, lei lo faceva cantando. Non si é mai definita una cantante ma un’attivista che faceva comizi con la chitarra. Le sue storie di miseria sono sempre stare capaci di provocare guai a molti pezzi grossi perché alla fine l’opinione pubblica nel tempo si é sempre di più sensibilizzata a riguardo di argomenti come la fame, la disoccupazione, le donne madri, l’emigrazione, il razzismo dei ceti borghesi… Ha sempre cantato nelle piazze, nei teatri, nelle università, e sempre per poche migliaia di persone. Ha sempre gridato le sue proteste, le sue accuse, il dolore della sua terra, dei poveri che la abitavano (e ancora la abitano), di quelli che l’abbandonano per cercare fortuna in un altro posto. E poi degli operai, dei braccianti, dei disoccupati, delle donne siciliane che vivevano trattate (e ancora accade purtroppo) come bestie. Era questo il suo scopo. Far conoscere la verità.

Bisogna cercare sempre di riflettere sull’eredità musicale che ci ha lasciato Rosa Balistreri perché smuove coscienze e che ancora oggi insegna con umiltà, “rispetto”.

Questa é una canzone particolare … parla accoratamente ma quasi come se fosse anche una ninna delle mie radici, sradicate non per mia volontà ma per una terra che spesso non é stata capace di “trattenere” chi voleva restare.

Terra che non senti Maledetto quel momento in cui ho aperto gli occhi in terra in questo inferno. Questi vent’anni di tormento con il cuore sempre in guerra notte e giorno. Terra che non senti che non vuoi capire che non dici niente vedendomi morire. Terra che non trattieni chi vuole partire e niente gli dai per farli tornare. E piangi… Ninna oh! Maledetto… tutti questi anni con il cuore sempre in guerra notte e giorno. Maledetto chi t’inganna promettendoti la luce e la fratellanza…

19 commenti su “Maestra di vita e molto altro

  1. Articolo che si sente che senti. Molto intenso il testo. Quando poi si parla di tuo padre, raggiungi sempre note altissime, e condivido purtroppo le ragioni.

    • Lo so Martina … é dura . Non smetterà mai di fare male. Se ti dicessi che sono passati ormai due anni e io non sono ancora riuscita a tornare in quel maledetto ospedale per ritirare la cartella sanitaria che avevo richiesto. Ho troppa paura di leggerci dentro il suo di dolore…

  2. Rosa è indimenticabile. L’ho vista in concerto al paese di mio padre negli anni ’80 con Ignazio Buttitta e Ciccio Busacca. Lei, più di tanti storici, ci ha trasmesso la memoria delle lotte contadine, delle sopraffazioni dei potenti ai danni degli ultimi, dello sfruttamento di donne e uomini perpetrato da autentici criminali e mafiosi, con la complicità di clero e stato. Grazie per questo ricordo.

    • Grazie sono contenta che ti abbia fatto piacere incontrarla nuovamente… con tutte le storie di rosa io ci sono praticamente cresciuta mio padre è iniziato a mancare dal suo paese alla fine degli anni 50 e per lui è stato un grandissimo sacrificio era un ragazzo pieno di ideali il mio papà ma la sua vita é stata piena di miseria e di sofferenza . Come tanti del resto.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: