Le fragilità pericolose

Foto mia 25/09/21

Sarà, ma questo tempo mi rende un po’ così, strappata, staccata via dalla realtà del giorno che piano sta chiudendo gli scuri per non far entrare luce. Quello che sento di più é quasi un bisogno di una voce amica che mi racconti di come a volte non sia facile accettare realtà che completamente modificano il proprio vivere. Situazioni dove più passa il tempo più é chiaro che il punto di non ritorno é stato raggiunto. Vorrei smetterla di addentrarmi come un fantasma nelle profondità di un passato che ancora tengo acceso o meglio
in quel certo modo acceso per capire che il più se n’era andato davvero. Tengo acceso, in giornate umide e uggiose come questo sabato di clausura volontaria … Acceso si… cavolo, come l’ultimo moccolo rimasto acceso d’un’illuminazione, che fa vedere gli altri spenti. Se mi son messa a citare il Manzoni e i suoi Promessi… son davvero messa malaccio d’umore uffa. Sono un’autolesionista a quanto pare ma… mi rendo anche conto che questa veste dal malinconico drappo impolverato dal tempo, quasi mi piace tenermela addosso. Mi ci accoccolo dentro come fossi un gatto infreddolito su un plaid di lana scozzese al solo scopo di scaldarmi.

La musica?

Direi

Una preghiera d’amore che fluttua su un tappeto di sospiri …

Album Where the Spirit Rests del 2021

73 commenti su “Le fragilità pericolose

  1. Io credo che, ad un certo punto della vita, ci sia davvero un punto di non ritorno. Non intendo dire che la vita finisce, per carità, ma quando hai passato certe cose, certe esperienze, hai la consapevolezza che il meglio è andato. E dopo? dopo va a momenti. Ci sono giorni buoni e giorni di merda. Ma il coraggio di affrontare questi e quelli non deve mancare. Questo mito di rincorrere la felicità a me sembra un gran bestialità; io, personalmente, mi sto adeguando nella mia malinconia, già da prima di subire il mio lutto. Siamo così, se siamo fatte così va bene così. Va bene essere tristi, va bene piangere, va bene non avere voglia di uscire. Va bene tutto. Siamo adulte, davvero, facciamo quello che ci va

    • Infatti non mi tiro indietro a nulla prendo le cose per come mi arrivano e le vivo… 🙂 non mi tiro davvero indietro più nemmeno mi lamento o faccio vittimismo ormai tanto sarebbe anche inutile l’importante è che io riesca a superare queste situazioni pesanti e malmostose oltre che nostalgiche, così come a volte provo a godermi quelle inverse, quindi quelle più belle…

  2. Mi viene in mente una cosarella di Gesualdo Bufalino: “Maria Venera non provava niente per me? Tanto meglio: me ne veniva una libertà senza limiti; i miei moti per lei non appartenevano a nessun altro che a me; potevo nella fantasia giocarmela e vincerla a gusto mio”.

    • Bufalino … non é quello che ha tradotto i fiori del male di Baudelaire? Beh certo che giocar di fantasia per certi versi appaga un po’ …🙄

    • Conta l’intenzione … diciamo che forse quando é il momento giusto una parola esce fuori sempre … buona domenica massi !🤗

  3. Benedetti sacchetti di zavorra… Belli son belli, nel loro peso e forma, ci si affeziona pure, buttali fuori dal cesto. E vola 😘🤸🏻‍♀️🤗

    • Mi piace molto questa metafora diciamo che me la segno e vedo di visualizzarmi come una gran bella e colorata mongolfiera! 😘

        • Apprezzo tutto quello che mi dici e apprezzo tantissimo i tuoi post ma ammetto che per certi versi spesso e volentieri faccio fatica a commentare da te perché non sono riuscita purtroppo a far parte di quella forma di pensiero e di ironia che mi piace tanto ma ho scoperto che non ho i mezzi per poter ribattere … quindi spesso e volentieri resto muta ma ti faccio capire che mi piace! Lasciandoti un segno. in realtà non so neanche da dove incominciare…a dire qualcosa ma … Meno male che esisti insieme a tutti gli altri che ti vengono dietro perché mi diverto tanto!

  4. Carissima Cate, i momenti di malinconia 3 di tristezza vengono un pò a tutti (seppur raramente anche a me, nonostante la mia solarità), l’essenziale è appunto non farsi cullare da questa tristezza, credo in passato di avertelo già detto in qualche altro commento… L’unico modo per combattere la tristezza è quella di farla scivolare di dosso. 💙

    • Diradati nel tempo ormai ma con le giornate un po’ uggiose e grigie, un po’ riaffiora il mio malessere. Aspetto che passi il giorno dopo. 🙂

      • È già qualcosina, una giornata intera può essere ancora accettabile ma poi bisogna lasciarla andare, altrimenti dai oggi e dai domani alla fine diventa esaurimento, e sei una persona troppo in gamba per permettere che accada questo.

        • Sai cosa fa fatica ad abbandonarmi? Il rammarico … per come é finita. Mi perseguita ecco. Sono rammaricata. Dopo tanto tempo ancora sento questo disagio emotivo.

          • M8nstai un pò spazzando, credo tu parli di tuo papà… o sbaglio? Se è si per chitarre il tuo rammarico vedila piuttosto che così era scritto nel suo Karma, doveva andare così, perchè così per lui era scritto… Vi sono dei disegni divini 0er ognuno di noi che non riusciamo a comprendere e tanto meno conoscere e prevenire, purtroppo questa è la realtà per quanto a ognuno di noi sia incomprensibile, e non credere, io in primis.

            • No… é una vecchia storia su cui ho parecchio investito e alla fine alcune situazioni esterne hanno troncato. Diciamo che ha molte similitudini come quella che ha postato Martina, Giusy. Leggere il suo post mi ha un po’ riportata indietro nel tempo e ho sentito la necessità di scaricare quello che avevo dentro facendone uno anche io… Per mio papà invece non provo rammarico, ma tanto dolore perché l’ho perso così velocemente da non rendermi conto che era accaduto se non dopo un po’ di giorni. Ero come ipnotizzata per l’accaduto. Grazie per la pazienza e per la generosità di parole che mi scrivi.

              • Il rammarico della fine di una storia, non dovrebbe esistere se la “colpa” in questo caso non è stata tua. Perchè ramjaricarti quando le cause sono state di altri fattori o circistanze esterne non causati da voi? Mi spiace anche in 0arte di essere stata la “causa” del tuo rimpianto con il mio commento a Martina. E poi non ringraziarmi, siamo amiche , ti voglio bene e nel momento del bisogno ci sono sempre per le amiche ci mancherebbe!!!

                • Sei gentile e premurosa. Qualità rare oggigiorno soprattutto con chi non si conosce di persona. Ci sono colpe purtroppo da entrambe le parti. Ma va bene così. Grazie ancora. 💚

                  • Le colpe sono sempre da parte di entrambi, ma non sobbarcarsi anche di quello che non ti compete. Io alla fine credo che la causa della fine sia stata la sua incapacità di amarmi, le sue menzogne, la sua totale mancanza di prendere posizione. In questo io mi sono sempre distinta. Quindi piano con la severità verso noi stessi

                    • Anaffettivi fragili indecisi uomini …

                      Direi immaturi e basta. é più che sufficiente guarda.

                    • Quindi? Che cosa ti rammarica? Averci creduto? Non avete il suo amore? Averci investito anni?

                    • Letto. Mi dispiace. Mi dispiace tanto. Ti abbraccio e ti rimbocco quella copertina. Stai lì stasera. Incazzata e delusa. Capisco bene questa sensazione.

                    • Provo solo rammarico Martina. Una sorta di stillicidio come la goccia che cade continuamente dentro al lavello… insopportabile alla fine.

                • Bellissima risposta. È vero. Abbiamo amato. Sai cosa ci dispiace? Avete investito tanto e poi non è andata bene. Averci creduto e rimanere deluse. Ma non da noi stesse, ha ragione Giusi.

                    • Avere un confronto . Un confronto di persona perché la mia storia è finita nella maniera più terribile con una telefonata… il mio dispiacere accorato e il suo silenzio… un disastro. Mi manca un confronto di persona. Questo non averlo fatto ha completamente azzerato quasi 10 anni di vita passata tra un tira e molla continuo…

                    • Capisco. E hai ragione cacchio. Hai ragione. E sono arrabbiata io per questo, che nervoso.
                      Veramente che schifo.
                      Ma questo mi fa solo pensare che non sbaglio. Sei vera, pratica, concreta, sincera e umana.

                    • Grazie per aver capito quando ti manca il confronto ti manca davvero tutto anche la voglia di ricominciare da capo un’altra storia perché ti rimane qualcosa in sospeso… ti occupa la mente e non ti fa pensare ad altro ma soprattutto vedere altro. La mia testa questa storia non è definitivamente pure anche se i fatti dimostrano il contrario visto che non ci siamo mai più visti e sentiti incontrati e parlati. Ho sperato si perde tutte quelle volte che io l’ho sempre riascoltato nella mia vita anche quando non avrei dubbi, che questa volta, l’unica volta che invece sono stata io a fuggire alla fine lui non mi abbia mai più cercato…

                    • Mi dispiace tanto. Non servono le mie parole stasera. Stai soffrendo la rabbia e la delusione, l’hai trasmessa anche a me. Pensa solo a chi caspita sei e a quanto puoi dare.

                    • Forse fa male perché l’unica storia della mia vita in cui non sono riuscita ad avere un confronto per trovare almeno un po’ di chiarezza … quindi è pesante da digerire…per me.

                    • Si, lo capisco. Sei stata chiarissima e comprendo. Mi dispiace, hai ragione.

                    • Guarda Martina per le similitudini che ci sono tra la tua esperienza e la mia sono perfino arrivata a pensare che tutte due potevamo pure aver condivise ignare lo stesso uomo. Poi mi sono resa conto che questo tipologia di uomo purtroppo esiste ed è sempre più in aumento.. e la cosa non mi fa piacere per niente. Purtroppo ce ne sono accidenti. Tutti figli dello stesso padre.padre millantatore e affabularore.

                • Colpa? Penso che tu debba cancellare questa parola dal tuo vocabolario. Non é mai una colpa al massimo un ravvivare … ma una colpa no ! Le colpe son altre. 💚

        • Io ti adoro. Però ti prego dimmi come si fa. Davvero insegnami come fai a fartela scivolare addosso. Come? Che parole ti dici? Grazie mille 🤗

          • Sono dell’idea che purtroppo il modo sia… molto personale. Piacerebbe anche a me Martina … ma non credo ci possa essere da parte di altri una risposta
            esaustiva 😞 per te, o me é troppo un modo di reagire personale ecco.

            • Però ci sono persone che a volte, con una frase o con un loro modo di rispondersi ti insegnano trucchi, piccoli passi di saggezza che puoi utilizzare e . insomma ti danno quel ‘la’…

              • Allora qui dobbiamo tirare fuori la regola del ascolta e prendi quello che pensi ti possa servire… Per quanto mi riguarda con ogni probabilità sono una pessima ascoltatrice… come ho detto nel mio post secondo me qui c’è un po’ di autolesionismo per quanto mi riguarda è la metafora del gatto e del plaid di lana è molto chiara…

                • Hai voglia di coccole, di fare la pasta, di piangere nel tuo guscio. Non sei autolesionista, sei umana, e sensibile, e dolce, e stanca, e sincera e vera. Manon ti conosco che pochissimo.

                  • È puro autolesionismo quando nonostante siano passati ormai quattro anni io ancora ci penso e spero in un confronto. A cosa servirebbe ormai? Forse a darmi un po’ di pace.

                    • Si. Esattamente.
                      L’hai detto. Autolesionista? Umana, vera, sincera.
                      Piantala di darti nomi che pesano. Soffri, questo stai facendo, perché hai guardato la ferita. Ma ragiona su quanto vali. Si quanto dai.

                    • Non te lo dico tanto per dire ma guarda che il mio è stato davvero un amore tossico, sai quanti anni ci vogliono per disintossicarmi? Io non lo so ma ancora vado avanti a provare a disintossicarmi definitivamente e intanto gli anni passano… gli uomini sono pratici riescono a rifarsi una vita con un’altra persona anche velocemente noi donne, io per quanto mi riguarda non ci riesco.

                    • Io sono uguale a te. E questa è una colpa? Che tu non sia superficiale?

                    • Io sono scema … ma così non merita neanche di essere ricordata… io sono scema ! Ma non riesco a trattenermi . Manca davvero un confronto. Un bastardissimo confronto ! 🙁

                    • Hai ragione, hai ragione cacchio. Ma così ti ingarbugli e basta. Lascia andare adesso. Avvolgiti stretta e dormi

                    • Anche io ho vissuto un amore tossico, magari ne parleremo in futuro in un’altra sede. Lo so che ci vuole tanto, forse tutta una vita. Ma ci riesci se metti a fuoco quanto cavolo vali tu.

                    • Abbiamo già dato la buona notte un oretta fa! Dai che domani è domenica ed è prevista pioggia porca miseria! Come ti ho detto non sei l’unica purtroppo in una situazione così indigesta. 💚 l’unione fa la forza … in altra sede e modalità magari ci aiuteremo insieme !

          • Solitamente non m8 dico niente ma più semplicemente cerco di dedicarmi a una qualche attività creativa che mi tenga impegnata con la mente, mi concentro in ciò che sto realizzando e piano la tristezza va via da sola, sono già avvantaggiata dal mio lavoro che direi è molto creativo, poi se la tristezza prevale al di fuori delle giornate lavorative, mi dedico agli hobby che mi piacciono tipo cucinare, fotografare se la giornata lo consente, oppure disegnare al computer, leggere, fare giardinaggio… in poche parole tenere la mente occupata con una qualsiasi attività che mi da gioia. Grazie per la considerazione che hai di me, ma non credo di meritare tanto. 😘

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: