Poesia.

Ai poeti l’arduo compito ben riuscito di comporre poemi prose e poesie… ai cantanti, ai parolieri e ai compositori di musica invece lasciamo l’estro di reinventarle, di dar loro un’anima musicale.


La poesia Invito al viaggio di Charles Baudelaire ha il doppio potere di configurarsi come il saper portare alla vita qualcosa di inanimato come può essere un quadro ma fatto di versi in poesia. Un quadro reale, anche se tutto interiore, realissimo anche se disegnato sulla donna amata. Un quadro anche se fatto di versi che nel suo insieme risulta come un componimento inequivocabilmente .., musicale

L’invitation au voyage
Mon enfant, ma soeur,
Songe à la douceur
D’aller là-bas vivre ensemble !
Aimer à loisir,
Aimer et mourir
Au pays qui te ressemble !
Les soleils mouillés
De ces ciels brouillés
Pour mon esprit ont les charmes
Si mystérieux
De tes traîtres yeux,
Brillant à travers leurs larmes.

Là, tout n’est qu’ordre et beauté,
Luxe, calme et volupté.

Des meubles luisants,
Polis par les ans,
Décoreraient notre chambre ;
Les plus rares fleurs
Mêlant leurs odeurs
Aux vagues senteurs de l’ambre,
Les riches plafonds,
Les miroirs profonds,
La splendeur orientale,
Tout y parlerait
À l’âme en secret
Sa douce langue natale.

Là, tout n’est qu’ordre et beauté,
Luxe, calme et volupté.

Vois sur ces canaux
Dormir ces vaisseaux
Dont l’humeur est vagabonde ;
C’est pour assouvir
Ton moindre désir
Qu’ils viennent du bout du monde.
– Les soleils couchants
Revêtent les champs,
Les canaux, la ville entière,
D’hyacinthe et d’or ;
Le monde s’endort
Dans une chaude lumière.

Là, tout n’est qu’ordre et beauté,
Luxe, calme et volupté.”

Ecco, é quello che ha fatto con il brano che vi ho lasciato , anche il grande Franco Battiato, insieme a Manlio Sgalambro, che fin dal titolo stesso, riescono a far visualizzare e a far prendere vita proprio quella poesia di Baudelaire.

La canzone appare in un album (Fleurs, 1999) il cui titolo si ispira chiaramente ai Fiori del male di Baudelaire, anche se in senso un po’ più obliquo: sono “fiori” – “fioretti” nella tradizione di devozione italiana – le collezioni che raccolgono il meglio di qualcosa, le parti eccellenti di un percorso poetico o musicale…

Il testo della canzone

Ti invito al viaggio
In quel paese che ti somiglia tanto
I soli languidi dei suoi cieli annebbiati
Hanno per il mio spirito l’incanto dei tuoi occhi
Quando brillano offuscati
Laggiù tutto è ordine e bellezza
Calma e voluttà
Il mondo s’addormenta in una calda luce
Di giacinto e d’oro
Dormono pigramente i vascelli vagabondi
Arrivati da ogni confine
Per soddisfare i tuoi desideriTi invito al viaggio
In quel paese che ti asomiglia tanto
I soli languidi dei suoi cieli annebbiati
Hanno per il mio spirito l’incanto
Dei tuoi occhi quando brillano offuscati
Laggiù tutto è ordine e bellezza
Calma e voluttà
Il mondo s’addormenta in una calda luce
Di giacinto e d’oro
Dormono pigramente i vascelli vagabondi
Arrivati da ogni confine
Per soddisfare i tuoi desideri
I tuoi desideriLe matin j’écoutais
Les sons du jardin
La langage des parfums
La langage des parfums
Des fleursLe matin j’écoutais
Les sons du jardin
La langage des parfums
La langage des parfums
Des fleursSai, sai, sai, dire addio
Ai, ai, ai giorni felici?
Sai, sai, sai dire addio, addio
Ai, ai, ai giorni felici?Ascolta nel fondo dell’ombra
Una visione ti viene incontro
Un giorno senza tramonto
Le voci si faranno presenzeSai, sai, sai, dire addio
Ai, ai, ai giorni felici?
Sai, sai, sai dire addio, addio
Ai, ai, ai giorni felici?
Sai, sai, sai dire addio
Ai, ai, ai giorni felici?
Sai, sai, sai (Dire addio)

6 commenti su “Poesia.

    • Mai quanto alcune delle tue foto … grazie Emanuele🤗 buona serata anche a te!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: