terra di mezzo

Ospite inaspettato ma gradito…

Premessa:

La magica Via Lattea, eternamente associata agli angeli alati e alle anime domestiche, è chiamata in Finlandia” la Via degli Uccelli “. È la misteriosa scalinata per mondi spirituali, calpestata da sciamani e mistici ma a disposizione di tutti, se ci viene insegnato come ascoltare il canto degli uccelli e riconoscere i messaggi angelici che gli uccelli ci trasmettono . Questi messaggi sono parole di saggezza e consigli, e possono aiutarci a identificare i talenti che non stiamo usando, o le credenze negative e i modelli di pensiero che ci stanno trattenendo… (notizie dalla rete)

Lui o lei é arrivato ieri pomeriggio tardi dopo la pioggia, e mi ha sorpresa… non ne ho mai incontrato uno bianco. Resta nei paraggi, qui nel mio terrazzo con i soliti quattro habitué fra cui una coppia che sta covando sopra il mobile della mia caldaia esterna.

Lo sapete, ne ho salvati , a partire da Filippo… (basta digitare sulla mia ricerca il nome e lo trovate). Recentemente ho aiutato un piccione tra il Pullo e giovane alle prime armi. L’ha trovato mio figlio una sera dopo un acquazzone, fradicio e infreddolito sotto un albero, pieno di formiche e con buona parte del piumaggio adulto ancora nascosto dai follicoli. L’ho ripulito dalle formiche assatanate ed asciugato con il phon leggero. Ero più spaventata io di lui. L’ho nutrito come si fa con gli uccelli piccoli e ho sacrificato volentieri un mio cappellino di lana per farlo sentire in un nido. Non l’ho messo nella solita gabbia, l’ho lasciato in una stanza al buio. La mattina l’ho trovato sul davanzale interno della finestra che guardava fuori. L’ho lasciato andare… perché so di aver fatto una cosa buona e che dovevo dar a lui fiducia. Mi si ricovera di tutto ma io non posso esimermi dal farlo… ora gira intorno a me un piccione albino… e io son di un mistico che inizio a pensare e sorridere… e a domandarmi “perché io, perché sei arrivato da me”…

terra di mezzo

Le Pietre Blu

Non é facile sempre sganciare e far volare alcuni pezzi musicali che per certi versi colpiscono la mia attenzione. Ammetto che so essere molto possessiva in fatto di musica, ma la musica deve essere condivisa alla fine e seppur con fatica ho tolto le zavorre dopo mesi a quei pezzi che incontro nel mio cammino capaci di rigenerare e rinnovare i miei neuroni abituati a volte a ben altro. “GRIM “ il brano sopra è qualcosa di veramente dirompente ma allo stesso tempo soft. Il suono é sperimentale, e si mescola fra beat lo-fi con un approccio vocale ispirato all’hip hop, pur rimanendo fedele alle proprie radici alternative-blues. ❤️ Sapete perché mi ha colpita quella canzone tempo fa? Perché é una canzone sullo stare male… che ci farà stare bene alla fine! 🤣

Penso che i The Blue Stones meritino davvero di atterrare qui nel mio blog! 🤣

Sono un duo blues rock canadese di Windsor, in Ontario, formato da Tarek Jafar (voce e chitarra) e Justin Tessier (percussioni e cori).

A marzo di quest’anno , sono tornati con il loro secondo album studio realizzato con la partecipazione di Paul Meany, frontman della band Mutemath, che ha aiutato il duo nel processo creativo di scrittura e produzione.

Se non ci sono calamità nell’aria andrò a sentirli al Magnolia ad aprile 2022, ho prenotato già i biglietti 😊 ho necessità di tornare nel mio mondo fatto di musica live e di concerti… non ne posso più di tutti questi blocchi pandemici!

Ho ceduto … e vi ho messo anche tutto l’album del duo alternative-blues rock dal titolo “Hidden Gems” almeno non cercate !

buon ascolto e buona giornata. 🤣