terra di mezzo

Semplice…

Mi impegno a concludere la serata con voi con un tocco di classe…Sapete, mi sono accorta che devo riabituare il mio cervello in primi, al piacere di uscire un po’ almeno il sabato sera, per quattro passi prima del tramonto, o anche solo per un aperitivo, una pizza, magari anche da sola, o meglio… in compagnia del mio peloso. In fin dei conti le amicizie umane più care che ho vivono lontano da me e questi lockdown, questa pandemia alla fine mi hanno portata ad isolarmi ancora di più dove vivo. La cosa non mi pesa più di tanto, però credo proprio sia arrivato il momento di alzare le chiappe, come dico io, e di mettere il naso fuori. Fuori di casa come era mia abitudine prima che accadesse il caos sanitario. Per me era tutto molto più facile, era la mia “normalità” da single in compagnia di un quattro zampe. Vi auguro una buona serata.

Dimenticavo… Il tocco di classe è il brano che vi ho lasciato e che ho scelto per voi questa sera… Mi sa che in quest’ultimo anno mi sono “fatta” tanti film mentali guardando pellicole di film la notte il cui tema principale era l’amore… O forse semplicemente doveva andare così. Ora vado a vedere se la torta salata che ho fatto per la cena è pronta. A domani💙

La canzone, il video la sanno molto lunga sul mio stato emotivo…attuale. 🧚‍♀️

terra di mezzo

L’imprevisto emotivo…

L’impulsività che si attiva nel mezzo dei miei stati d’animo contrastanti, improvvisamente mi catapulta in un mare di ricordi, e son ricordi che mi lasciano ancora senza fiato e senza freni inibitori, nonostante di anni ne siano passati.

Li lascio fluire, mi faccio avvolgere mente e cuore, respirandoli piano. Volutamente legati con nodi stretti me li vivo tutti finche si placano, per poi tornare da dove son venuti. Solo per farvi percepire il mio stato di comunque benessere emotivo, con qualche picco di rimorso e di tanta bellezza visiva, vi lascio nelle mani musicali di Diodato.

Vi saluto per adesso; se ce la faccio vi darò il consueto buona sera, ma se non dovessi riuscirci sappiate che siete parte in ogni caso, del mio vivere quotidiano. 💙

terra di mezzo

Pain…

Si sa, le più belle canzoni si scrivono nei momenti più difficili, o peggiori della vita e su questo al caro Adam Gontier devo tutto il mio rispetto e una serie di elogi che non sto ad elencavi perché sarebbero infiniti …

Come hard rock, post grunge alternative Metal i

capitanati appunto da Adam sono quelli che più hanno segnato il mio percorso musicale . E lo devo proprio a lui, Adam Gontier, seppur mi rattristi sempre pensare che é fuori dalla band ormai dal 2013.

All’origine esisteva una dipendenza dall’analgesico conosciuto come Ossicodone. Così nel 2005, con l’appoggio della propria famiglia, dei suoi amici e dei membri della band, Adam Gontier si ricoverò in un centro di riabilitazione. E fu proprio durante la terapia, che, triste e scoraggiato, cominciò a scrivere testi di canzoni che parlavano di come si sentiva e di quello che stava attraversando in riabilitazione: fra queste scrisse Pain la mia preferita.

Pain fa parte del secondo album dei TDG dal titolo One-X pubblicato il 13 giugno 2006. Tutto l’album ha ricevuto la certificazione come disco di platino sia in USA che nel Canada.

Ascoltate…

PAIN

Pain, without love
Pain, I can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all

You’re sick of feeling numb
You’re not the only one
I’ll take you by the hand
And I’ll show you a world
that you can understand
This life is filled with hurt
When happiness doesn’t work
Trust me and take my hand
When the lights go out you will understand

Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all
Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all

Anger and agony
Are better than misery
Trust me I’ve got a plan
When the lights go off you’ll understand

Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all
Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain than nothing
Rather feel pain

I know (I know I know I know)
I know that you’re wounded
You know (You know you know you know)
That I’m here to save you
You know (You know you know you know)
I’m always here for you
I know (I know I know I know)
That you’ll thank me later

Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all
Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all
Pain, without love
Pain, can’t get enough
Pain, I like it rough
‘Cause I’d rather feel pain
than nothing at all
Rather feel pain than nothing at all
Rather feel pain

Non penso proprio che di questo gruppo voi possiate riuscire a trovare una sola canzone che non possa piacere…