terra di mezzo

Jack Johnson & Eddie Vedder ♥️ per dirvi “a domani”!!

Mi sciolgo sempre come burro nel pentolino sul fuoco basso … è più forte di me !

La luce se ne stava andando e l’ovest era blu
Le risate dei bambini che dicono che saltano proprio come le pietre che hanno lanciato
Le voci echeggiavano da tutte le parti, si sta facendo tardi
Era solo un’altra notte con il tramonto e
La luna sorge non molto indietro
Per darci quel tanto di luce sufficiente
Stendersi sotto le stelle ad ascoltare
Le traduzioni di papà delle storie attraverso il cielo, abbiamo disegnato le nostre costellazioni
I venti occidentali spesso durano troppo a lungo
Ma quando scendono, niente sembra più lo stesso
Al riparo sotto l’albero Kamani in attesa del passaggio della pioggia
Le nuvole continuano a muoversi per scoprire il mare
Stelle sopra di noi che scacciano il giorno
Per trovare le storie di cui a volte abbiamo bisogno
Ascolta abbastanza da vicino tutto il resto svanisce
Svanisce
Era solo un’altra notte con il tramonto e
La luna sorge non molto indietro
Per darci quel tanto che basta la luce
Stendersi sotto le stelle ad ascoltare
Tutte le traduzioni delle storie attraverso il cielo per fare le nostre costellazioni

Questo brano è di Jack Johnson, cantautore country ed indie rock oltre che surfista degli States. Fa parte del suo album “In Between Dreams” del 2005.

terra di mezzo

A furia di insistere…

Sono diventata più che brava! Adesso le ciambelle mi riescono perfettamente con il buco!

Ciambella al 🍋

Ho preparato questo dolce oggi pomeriggio perché non avevo impegni particolari e l’ho preparato con una colonna sonora particolarissima…☺️ e a suon di frusta elettrica!

Questa canzone parla di tre bambini…Shadrack, Meshach, Abednego, che fecero un piccolo viaggio nel paese di Babilonia


(Andate a cercare…)😃

terra di mezzo

Il mio universo…

Lo so che dal calendario risulta essere primavera ma… concedetemela!

Me ne innamoro ogni volta di più ascoltandola… ed è come un buon inizio di giornata per me …🐞

La auguro anche a voi… e poi non ci sono “stagioni” per la musica !

Grande Franco Mussida!

Nell’album “storia di un minuto” del 1972. Il loro primo album studio.