terra di mezzo

Che aggiungere…

Dopo che mi sono sorbita in buona parte il nuovo DPCM del nostro presidente Conte in diretta, adesso me ne vado in cucina a farmi un “cicchetto”… (il mio Pub preferito da mesi a questa parte “ Catbeermusicpub” 🥳 Come cambiano le cose vero? Adattiamoci, andiamo avanti e preghiamo… Preghiamo per fare in modo di riuscire a comportarci bene senza troppi isterismi e malmostositá. Prima o poi le cose cambieranno è certo, e se faremo i bravi davvero, sicuramente il prima prenderà il sopravvento sul poi. A domani 😉

terra di mezzo

Un mio momento da condividere.

Quando mi prende quello strano malessere nostalgico e non posso fare altro che compensarlo così… Chris CornellChester Bennington, gente che non tornerà mai più… .

Questa è sul finire, una giornata in cui nonostante senta che tutto sta andando per il giusto verso, in alcuni momenti è come se mi mancasse un qualcosa che riempia i miei momenti in cui l’eco della mia voce fa da padrone assoluto. Sarà colpa del cielo color del piombo e del tempo uggioso o forse di un qualcosa che non sono mai riuscita a realizzare. Qualcosa di materiale, un camino acceso nella mia stanza, ed io davanti, accovacciata sul tappeto, avvolta in un plaid scozzese che ascolto la musica, bevendo qualcosa di caldo…

La vita riserva sempre sorprese… E magari in un’altra che un giorno vivrò… chissà!

One More Light fa parte del settimo album in studio omonimo del gruppo musicale statunitense Linkin Park, pubblicato il 19 maggio 2017 .

terra di mezzo

Blues man.

E’ l’anima che conta, e Bobby Rush lo sa perfettamente. Nativo della Louisiana, ma residente a Jackson, Mississippi sin dagli anni ‘80, con i suoi 87 anni suonati, è uno strano personaggio del blues americano. Bobby ha ancora una voce baritono potente e squillante, e nonostante l’età, nel suo Rawer Than Raw, il nuovo album, dimostra che a lui basta davvero l’essenziale, per creare un ennesimo capolavoro blues.

Si tratta di un album acustico, in solitaria; solo voce, chitarra ed armonica. Un lavoro però certosino , investito da una grande forza evocativa ma anche molto fresco. Suoni, musica e parole centellinate, curate, accarezzate dal tempo ma soprattutto dalla voce del suo unico artista. Altro non saprei aggiungere, se non che è davvero da ascoltare, possibilmente stando sdraiati su un divano comodo, gli occhi socchiusi, nella stanza giochi di luci di candele accese, profumo di spezie e di aghi di ginepro bruciati lentamente e l’immancabile bicchiere nella mano che dondola quasi a voler cullare il liquido ambrato che riscalda il cuore sorso dopo sorso. Scoprirete così che inizierete a respirare un’aria “antica” ma non vetusta, e fra voce e chitarra acustica vi immaginerete a ripercorrere i vecchi tracciati del blues del Delta, mentre l’armonica piano inizierà a colorarvi il suono…

Eccolo tutto per voi. 🤗 e buona giornata.

È uscito il 28 agosto.