Matt e “Serpentine prison”

Non dimenticherò mai la mia partecipazione a “Ferrara sotto le Stelle” in quel luglio 2011 e la mia fortunata conoscenza proprio in quell’evento musicale dei Beirut nell’attesa di ascoltare i The National , perché io ero lì proprio per i The National cavolo! Da quel momento io non ho più perso di vista i Beirut e men che meno proprio i The National. 😊

Inutile far finta di niente ma la voce di Matt Berninger, leader dei The National, per me è una delle più originali bellezze sonore incontrate negli ultimi anni ma lo è anche nel mondo del rock alternativo. Chi come me segue e a briglie sciolte i The National, lo fa anche per farsi abbracciare e stravolgere proprio dal timbro baritono di Matt …. o no ??😊Averlo visto e ascoltato dal vivo a pochi metri da me vi posso garantire che la sua presenza scenica e a volte un po’ goffa, quasi insicura, è a dir poco maledettamente magnetica!!

Serpentine prison, che vi lascio qui , è il primo disco solista di Matt, ed è stato per me una sorpresa inaspettata. È un album molto ispirato, che va a nascondersi dietro un’intimità semiacustica e fa del minimalismo un’icona davanti a cui non si può far altro che farsi incantare. Questo album porta dentro di se pennellate sparse di musica nera come il blues. “Loved so Little”, che vi consiglio di ascoltare per prima dalla play in basso, è davvero il pezzo migliore dell’album. Ma tutte le canzoni sembrano apparentemente denudate per essere contemplate, ma nascondono, se ci si sta attenti, una grande sostanza di fondo che conquista senza riserva alcuna . Da sempre Matt sa interpretare divinamente il personaggio del poeta maledetto, ma questa volta no! Questa volta, nel suo primo lavoro da solista, non solo cerca di farlo appena percepire all’ascolto torte con i suoi testi, ma suona anche sincero, si mette a suo agio proprio in questa veste nuova e solitaria.

Non mi aspettavo un disco così ben studiato, romantico e casalingo, surreale e di spessore, e lo ammetto senza riserva alcuna. Fuori dai The National, Matt sembra quasi aver ritrovato di se stesso, qualcosa che aveva magari dimenticato, o forse smarrito… chi lo sa.

Uscito 16 ottobre. Ascoltate…

4 commenti su “Matt e “Serpentine prison”

  1. Buongiorno Cate, ora ho riunione poi ascolto😘😘😘

<span>%d</span> blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: