Mario Monterosso

Lui si definisce curioso e sperimentatore per natura, e alla sua grande passione, la chitarra, alterna la scrittura musicale.

Dalla Catania rock celebrata dalle pagine di musica … dritto dritto in America nella città di Elvis. Lui da cancelliere di tribunale, ai palcoscenici musicali. Mario Monterosso, quarantunenne appena, di origine catanese, sceglie di seguire il suo sogno musicale iniziato a dieci anni, quando si è convertito sulla via del rock and roll.

Prima nella Sicilia, e in quella Catania rock che ha vissuto i suoi momenti di gloria fino agli anni Novanta. Poi Roma, dove ha lavorato per sedici anni alternando faldoni a spartiti musicali. Infine udite udite, approda a Memphis, la città della sua grande svolta che ha davvero segnato l’inizio della sua piena carriera musicale come chitarrista, come compositore, e poi produttore, e infine cantante. Sappiate che nel curriculum di Mario c’è molta musica country, c’è anche il blues e lo swing, come dimostrano le sue numerose collaborazioni con diversi artisti come (una a caso ) Carmen Consoli…😊 e c’è anche teatro musical…

Penso che “assuverchi” … (che basti), per farvelo apprezzare…

Però informatevi cavolo!!

Vi lascio qualcosa per iniziare …

E in ultimo … una cover di “Nadine”di Johnny Hallyday, fra le tante fatte, la mia preferita! 😊

È andata! Un altro siciliano che come tanti scrive un pezzettino di storia della musica…🤣 Ma vabbè sono di parte e allora…??? Ah ah.

8 commenti su “Mario Monterosso

  1. Ma grazie davvero, sono incantato: non conoscevo. E mi piace questo tuo sito, ho deciso di frequentarlo accuratamente.

    • Grazie… per l’apprezzamento, la tua presenza mi può solo essere da ulteriore incentivo per continuare il mio cammino qui ! Benvenuto allora…😀

    • Ce la caviamo, noi tre, sempre attenti per quanto ci possa essere possibile con il cuore un po’ triste perché nonostante tutto sta passando un anno e siamo ancora increduli per quello che sta accadendo in giro però dai ci riprendiamo almeno fino ad oggi e tu, dalle tue parti, come te la cavi tu? È sempre bello vedere che passi a trovarmi e grazie per il complimento che mi fa sorridere e mi da carica ♥️!!

      • Anche qui abbastanza bene, incredula anch’io ma non so se lo sono di più per la pandemia o per la gente…
        Non si suona più e questo mi rende triste… ma confido che il ritorno alla normalità sia meglio di ciò che abbiamo lasciato (anche se dobbiamo affidarci al buonsenso…)

        • La musica dal vivo, effettivamente la cosa che più mi manca e che spesso mi rattrista il pensare… Passerà speriamo che questa esperienza ci faccia solo un po’ diventare più grandi…♥️

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: