terra di mezzo

Foglie gialle – Trilussa

Ma dove ve ne andate,
povere foglie gialle
come farfalle
spensierate?

Venite da lontano o da vicino
da un bosco o da un giardino?
E non sentite la malinconia
del vento stesso che vi porta via?

Foto gentilmente concessa dal fotografo emanuelecazzaniga.net blogger meglio conosciuto qui come eemac73 – grazie!!!

Finisco la serata con pensieri leggeri… A domani 😘

terra di mezzo

All’imbrunire (pensieri attorcigliati)

Fa buio prima adesso. Fa buio prima ed è anche normale perché questo è un ciclo solare del tempo che scorre, e non legale, sintetico e opportunista. La penombra e il crepuscolo poi fino a toccare il buio della notte, mi trasmettevano un tempo, per certi versi, protezione, mistero, sospiri che affidavo all’universo. Mi sentivo in pace col mondo. Adesso da quando c’è il “virulento nemico” in giro, ho come la sensazione di essere sempre sotto attacco, un nemico invisibile alle mie spalle, assediata da un maleficio imminente con in pugno quella falce sempre vigile e pronta a spezzare una vita. Non ne parlo più di tanto di lui durante la luce del giorno e nemmeno ci penso troppo, alla fine ho smesso un’altra volta di ascoltare tutte le voci intorno che ripetono da giorni e giorni la stessa frase come un mantra isterico “carcerati per la sopravvivenza ” . Ma quando arriva il buio … ormai divento inquieta e guardinga, il fiato mi si appesantisce, come se avessi un macigno sul petto e la parola buona spesa che arriva , smorza comunque ogni pensiero lieto. Di compagnia in questo viaggio emotivo dove il buio della notte ne è il padrone, l’insonnia non mi abbandona nemmeno se la scalcio e l’affronto. Resistere. Non ho scelta. Vigile… io resisto. (Per ora)

terra di mezzo

Un viaggio interiore…

Sollecitare il pensiero e l’immaginazione.

Buon proseguire …

Questo brano è nell’album “Loveless” del 2019.

È passato un po’ di tempo da quando hai detto il mio nome
Forse stavamo aspettando un cambiamento
Non è questo quello che volevi? (Cosa volevi)