Necessito di una “scossa”

Per come mi sento dopo aver sopportato la ravanata dentistica, non posso fare altro che ascoltare musica.(di mangiare non se ne parla proprio, mi fa male tutto) Musica, seduta sulla mia poltrona preferita, per cercare di rilassarmi un po’. Ad essere sincera stanotte non ho chiuso proprio occhio. Alle 5 ancora giravo come una 🧟‍♀️ in preda ad un attacco di nervi. Avevo mille pensieri che mi ronzavano intorno come falene impazzite. Pensieri legati alla mia fottutissima strizza per quello che dovevo affrontare questa mattina, con le eventuali conclusioni catastrofiche e la morte certa. Da un po’ di tempo funziono così, quando devo affrontare una situazione un po’ tosta che mi riguarda, é come se il mio essere, improvvisamente da coraggioso, audace spacca pietre che é da sempre , inizia a trasformarsi in un codardo fifone molliccio esserino al pari di una gelatina tremula. Ho troppe responsabilità, sono il macho Men di casa e la Wonder Woman di turno, e francamente inizio a sentirmi un po’ stanca e fuori binario. Mi sono un po’ persa per strada lo ammetto, e poi questa situazione di pandemia soprattutto adesso che la mia Milano sembra una sorta di zona altamente “letale”, sicuramente sta ulteriormente amplificandomi tutto quello che mi circonda.

Vi lascio quello che ho deciso di ascoltare, che si muove nella tradizione di quel roots rock adrenalico che mi rilassa. Sono solo 10 brani per mezz’ora e poco più di musica che va dritta al punto, con chitarre gracchianti e un occhio di riguardo ai riff più travolgenti, e una ballata quasi trovata per puro caso soltanto sul finire del insieme sonoro. C’è sicuramente altro ma … iniziamo così. Almeno non bado più a niente per un po’. Loro sono i Dirty Truckers di Boston, e per come fanno musica vi consiglio di visualizzare l’aroma della birra, la foschia del fumo di sigaretta e il rombo di una chitarra molto molto graffiante. Ecco, i Dirty sono fatti di questo.

Il loro ultimo album é uscito a fine aprile, si intitola “Second Dose”

É in giornate come questa, che ci sta tutto !

3 commenti su “Necessito di una “scossa”

  1. Non ci sono né superuomini né superdonne, si fa quel che si può, ci si fa coraggio e si avanti Cate, passerà anche questa prima o poi!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: