terra di mezzo

Due appunti in due punti.

A me questi ragazzi dei The Zen Circus piacciono un casino, sono così sinceramente veri che quasi mi fanno paura… comunque per chi fosse interessato, il loro ultimo disco ( dove troverete anche questo brano – Appesi Alla Luna) “La Casa Accogliente” dovrebbe uscire il 14/11/20.

È un buon modo per concludere la giornata andata quasi via, digiuna di affetto e digiuna di cibo… beh, meglio del niente.

A domani. 🤗

terra di mezzo

Necessito di una “scossa”

Per come mi sento dopo aver sopportato la ravanata dentistica, non posso fare altro che ascoltare musica.(di mangiare non se ne parla proprio, mi fa male tutto) Musica, seduta sulla mia poltrona preferita, per cercare di rilassarmi un po’. Ad essere sincera stanotte non ho chiuso proprio occhio. Alle 5 ancora giravo come una 🧟‍♀️ in preda ad un attacco di nervi. Avevo mille pensieri che mi ronzavano intorno come falene impazzite. Pensieri legati alla mia fottutissima strizza per quello che dovevo affrontare questa mattina, con le eventuali conclusioni catastrofiche e la morte certa. Da un po’ di tempo funziono così, quando devo affrontare una situazione un po’ tosta che mi riguarda, é come se il mio essere, improvvisamente da coraggioso, audace spacca pietre che é da sempre , inizia a trasformarsi in un codardo fifone molliccio esserino al pari di una gelatina tremula. Ho troppe responsabilità, sono il macho Men di casa e la Wonder Woman di turno, e francamente inizio a sentirmi un po’ stanca e fuori binario. Mi sono un po’ persa per strada lo ammetto, e poi questa situazione di pandemia soprattutto adesso che la mia Milano sembra una sorta di zona altamente “letale”, sicuramente sta ulteriormente amplificandomi tutto quello che mi circonda.

Vi lascio quello che ho deciso di ascoltare, che si muove nella tradizione di quel roots rock adrenalico che mi rilassa. Sono solo 10 brani per mezz’ora e poco più di musica che va dritta al punto, con chitarre gracchianti e un occhio di riguardo ai riff più travolgenti, e una ballata quasi trovata per puro caso soltanto sul finire del insieme sonoro. C’è sicuramente altro ma … iniziamo così. Almeno non bado più a niente per un po’. Loro sono i Dirty Truckers di Boston, e per come fanno musica vi consiglio di visualizzare l’aroma della birra, la foschia del fumo di sigaretta e il rombo di una chitarra molto molto graffiante. Ecco, i Dirty sono fatti di questo.

Il loro ultimo album é uscito a fine aprile, si intitola “Second Dose”

É in giornate come questa, che ci sta tutto !

terra di mezzo

Ho cambiato pelle e cambierò anche denti.

Effettivamente dopo più di tre anni e mezzo era anche l’ora che mi decidessi.

Natural” é il nuovo tema, e mi veste comoda, non mi complica i movimenti ma soprattutto mi fa sentire a mio agio. Avete curiosato? Filate subbbitoo cavolo!! Ora,che ho cambiato tema qui dentro, ho grandi aspettative per quanto riguarda il “cambiare” anche la mia testa fuori! Purtroppo spesso si gira ancora al passato vissuto, invece di osservare quella meravigliosa linea d’orizzonte che paziente, non si scompone di un pixel e mi attende . Prima o poi accadrà. E se… “Con la pazienza maturano le mele… “ allora maturerò anche io!🤣

Stamattina Angelo il mio dentista maxillofacciale (si dice così?) mi aspetta col bisturi ben affilato, oltre alla sua veste scafandro covidiana (bella sta parola inventata!) di dovere . Sarà per me come entrare in un’altra dimensione in quella sala operatoria , asettica e lunare rispetto al primo di febbraio quando è iniziato il mio cammino. Il coronavirus manco pensavamo esistesse quasi, e invece, tutti bardati adesso. Comunque sia, il mio impianto dentistico deve andare avanti nonostante il Coronavirus. In questo momento virale dicono che gli studi dentistici siano i luoghi più sicuri in assoluto, ma io ho la strizza lo stesso. Per il virus e per l’intervento! L’innesto d’osso sintetico ha attecchito alla grande con il mio osso naturale e le viti sono ben inglobate nell’arcata superiore incisiva. Ci credo, sono passati 7 mesi dal primo intervento, e il virus ha posticipato tutto! Il doc Angelo stamattina dovrà pazientemente e diligentemente incidere la parte vuota della gengiva degli incisivi per mettere a nudo le viti che accoglieranno una nuova protesi di sei denti provvisori, ma stavolta fissi per fortuna, per fare in modo che tutto si risani a regola d’arte per poi accogliere fra qualche mese ancora, i miei sudati e definitivi porcellanati incisivi!!

Eddai! Riprendo il percorso adesso quando invece ad ottobre avrei già dovuto finire tutto😱 Amen. Incrociamo le dita.

La strizza non se ne va, e io devo andare proprio adesso dal doc.

Eligio alla protesi mobile .

Mia cara protesi mobile, è finito il tuo compito. Mi hai salvato l’estetica del sorriso per mesi senza farti mai notare. Grazie a te non ho mai sorriso sdentata nello stile di maga Magò seppur di contro mi hai negato il piacere di azzannare un paninazzo unto e bisunto cazzo!

Ora basta, “...è tempo di morire…” come cita il replicante Roy in Blade Runner … (che figata questo connubio, sono geniale!!) Ora te ne andrai in pace nei rifiuti medici come è d’obbligo in questi casi, ma un po’ mi dispiace, quasi mi ero affezionata a te . Sappi che un addio, non è un arrivederci mia cara.

Addioooo.,,”

ah ah

E non venitemi a raccontare adesso che siete deboli di stomaco perché nella vita c’è di peggio che la visuale della mia protesi chiaro?!! E poi l’ho pure un po’ sfuocata. 😎 Mó vado, buon sabato.