terra di mezzo

Finché ce la fó, lo fó.

Di poche parole lo so, ma è così che sta andando e onestamente non so neanche quale sia la vera ragione. Delusione, affaticamento mentale, incazzature varie, o semplicemente ho le pile scariche e non ho un buon carica batteria che funzioni. Ci aggiorniamo domani?

Comunque …

Sorridi Dame Fortuna, suona il mio campanello, alza la gonna e
Versami un po ‘di fortuna
Sorridi Dame Fortuna, bussa alla mia porta, levati il berretto e
Consegnami il latte per il mio tè

Trovate il brano (lo amo sto pezzo!!) in Fuzzy Warbles (Volume 1)

Infatti è il primo volume della serie Fuzzy Warbles, pubblicato nel dicembre 2002. La serie riunisce demo, rarità e progetti collaterali del membro fondatore del gruppo XTC* , il geniale Andy Partridge.

XTC :Sono stati un gruppo rock inglese formatosi a Swindon nel 1972. Guidato dai cantautori Andy Partridge (chitarre, voce) e Colin Molding (basso, voce), e son diventati popolari, durante l’ascesa del punk e della new wave negli anni 70, suonando in seguito in una varietà di stili che andavano dai riff di chitarra angolari al pop arrangiato in modo elaborato. Sono stati riconosciuti per la loro influenza sul Britpop e successivamente sui gruppi power pop.

terra di mezzo

Semplicemente “Cinema Samuele” (2020)

Buona giornata.

Il passato ci prova
Sta giocando una carta impossibile
Per tornare di moda
Non sa che il tempo è irripetibile
Il presente si trova
Motivato e deciso a non cedere
Come ha fatto finora
Senza dire una sola parola
Lo scontro è leggendario
Appena ha inizio

Uno sta’ zitto e l’altro fa il suo comizio
Non vuole capire di essere troppo in ritardo
Per dare lezioni a chi invece è in orario
Il passato riposa
Bellamente nel letto degli ospiti
O mi segue per casa
Come un’ombra incollato ai miei gomiti
Da buttarlo giù a a calci
Apre bocca e lo fa sempre a vanvera
Con discorsi bugiardi
E la coda di paglia
Lo scontro è proseguito
Anche sul treno
Chi è un abusivo
Chi paga intero
Proprio così se non vi è chiaro il concetto
Il passato non paga nemmeno il biglietto
Il tuo ricordo trova un buco nella rete
Si infila dentro il mio cervello e fa il padrone
Il tuo ricordo quando arriva ha fame e sete

Quel poco equilibrio che ho si disintegra
Il passato è una droga
Che non ho più intenzione di prendere
Mi citofona ancora
Aspettandosi di farmi scendere
Con il richiamo di ieri
Con il tono di voce di un angelo
Impigliato tra i fili

E ignorato nel traffico dai passanti
Il tuo ricordo trova un buco nella rete
Si infila dentro il mio cervello e fa il padrone
Il tuo ricordo quando arriva ha fame e sete
E quel poco equilibrio che ho si disintegra
Il tuo ricordo trova un buco nella rete
Si infila dentro il mio cervello e fa il padrone
Il tuo ricordo quando arriva ha fame e sete
Ma è soltanto un tranello, una trappola
Il passato dichiara di essere pronto a una sfida sul limite
Vuole fargli paura e dimostra infinita energia
Ma il presente prepara la sua corsa
E dimostra a se stesso che
Arrivato al traguardo non avrà mai più nostalgia