Giorno da incorniciare.

Non credo sia una rarità in questo mondo, la disponibilità verso il prossimo, ma per quel che mi riguarda, quando io decido di fare un gesto o di aiutare qualcuno o di andare incontro alle esigenze di qualcuno che conosco ( e anche non), io lo faccio sempre in maniera molto disinteressata. Non mi aspetto nulla in cambio, non voglio nulla in cambio e quando mi sento di dire “sì…va bene” io lo faccio senza ripensamenti.

Restare un’ennesima volta a Milano quest’estate, ha significato per me anche occuparmi del terrazzo dei miei vicini. Catherine, Leo, la piccola Clara e l’ometto Olmo. L’ho fatto perché amo le piante, l’ho fatto perché li conosco da una vita, l’ho fatto soprattutto per fare del bene a me, per impegnarmi il tempo, perché restare in città, soprattutto quest’anno con il coronavirus, senza più il mio papà, significava aumentare dolore al dolore già esistente, e tenere mente e cuore il più possibile occupati, era un ottimo analgesico oltre al piacere di curare il verde.🤗

I miei vicini sono tornati venerdì scorso, ho dato indietro le chiavi e la cosa è finita lì. Ma qualcosa ha iniziato a tramare alle mie spalle . Ma li avessi incontrati una volta, li avessi sentiti una volta… assurdo ! Boh, comunque la cosa è finita lì davvero per me. Non ci si incrocia? Amen, del resto succede spesso. Una trama benevola, invece si era messa a tessere qualcosa …ma pur sempre di trama si trattava però.., punto ! Forse ho fatto casino …

( avere un po’ più di fiducia in te Cate no vero? Siamo sempre alle solite, non cambi mai. Devi avere più fiducia in te stessa!!!)

Stamattina Stefano, il mio amico, doveva partire molto presto e come è solito fare mi ha lasciato il suo peloso in asilo. Appena arrivato il peloso, siccome era ancora presto mi sono rimessa a letto per rialzarmi intorno alle 8 passate. È mia abitudine andare subito da mamma per vedere se tutto è ok e poi tornare da me per metter su la Moka. Questa mattina però la mia porta era più pesante dal primo accesso… Ecco , ho trovato appeso al pomello questo… e sulle scale un profumo di burro caldo e di pane appena cotto. Il tutto accompagnato da un bellissimo biglietto che faccio vedere rigorosamente di fattura tedesca, perché Catherine è di Colonia.

Tutto mi sarei aspettata meno che questo… anzi mi correggo, io non mi aspettavo proprio niente e invece ho trovato quella dolcezza di pan brioche (rigorosamente avvolto in un panno di lino bianco ancora fumante) che Catherine sa che adoro e che non sono capace di fare.

Il biglietto scritto a mano era molto chiaro a parte il ringraziare c’era anche scritto una cosa molto particolare… ( 1parte). Ora, agitarsi è il minimo per me perché ho iniziato prima a sudare poi a pensare a cos’altro si sarebbe sentita in dovere di fare per ringraziarmi ancora. Ho solo fatto un gesto che mi sentivo di fare, perché disturbarsi tanto …

Pomeriggio:

Il citofono suona …

Oggi non aspetto nessuno. Stefano arriverà tardi, e mi ha avvisata. C’è un pacco per me, una consegna per me. ???? No dai … non aspetto pacchi da Amazon oggi !

Sale su il fattorino. ( mascherina e guanti indossati. Bravo! )

La seconda (e per fortuna) ultima parte è arrivata.

🤭🤭🤭🤭

Il profumo di burro ancora persiste nella mia casa e in aggiunta alle bacche del peperoncino, fra gli aghi del rosmarino e le foglie vellutate della salvia…ho intorno a me zaffate mediterranee come se stessi in campagna davanti ad un forno a legna con i biscotti che cuociono dentro . Se chiudo gli occhi vedo tutto questo e la menta piperita non si confonde affatto, anzi accentua il mio visualizzare intorno a me la bellezza e la grazia e tutti i pensieri buoni.

Non sono abituata a queste gentilezze, e non sono abituata a ricevere gesti d’affetto e riconoscenza, e non sono più abituata a nulla . Ora vi posso garantire che provo imbarazzo, ma per la gioia che sento dentro.

Eh no… non me lo aspettavo proprio un giorno così, e forse dovrei essere io a ringraziare…🙏

9 pensieri su “Giorno da incorniciare.

    1. Non lo so Silvia io sono molto schiva e penso sempre che quando faccio una cosa non è necessario che poi mi venga contraccambiata però è la regola del buon vicinato e del quieto vivere a quanto pare e quindi a testa china accetto e sorrido e anche sono molto grata

    1. Tu pensa me che l’ho vissuto in prima persona … se potessi farti sentire il video messaggio che ho mandato per ringraziare io invece (perché ancora non li ho visti ) praticamente sono una che dice due parole e giù un un pianto due parole e giù un frignare . Io mi sono emozionata molto non me lo aspettavo davvero… e grazie per aver apprezzato🤗

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...