Hat in the Garret “Songs from the Garret”

In soffitta ci metti tutti i tuoi ricordi, le cose che hai lasciato ma che non hai il coraggio di buttare via. Quando ci entri la prima cosa che prevale è l’emozione del tempo che si è fermato ma che ha lasciato tracce tangibili. Ecco, la soffitta è un luogo dove si può anche pensare, rimuginare vecchi pensieri e magari metterli in musica quando sei un musicista, un cantante che scrive i propri pezzi.

La soffitta come un nascondiglio fra i ricordi e il tempo che si è fermato. Un angolo dalle sonorità blues.

È vero quando si è malinconici, il blues avanza… e dove vai? Vai nel tuo nascondiglio .. nella tua “soffitta”. In questo caso nella soffitta di Giuseppe “JimiRay” Piazzolla, chitarrista/cantante autodidatta, amante del blues e dei suoni vintage.

È proprio in quella soffitta nascono, si sviluppano ed escono otto brani che compongono l’album Songs from The Garret uscito il 15 giugno. Hat in The Garret ovvero Giuseppe è un progetto. Il suo progetto. Giuseppe è un musicista autodidatta che suona tutte le chitarre, l’armonica, il basso elettrico e canta tutte le parti vocali e che, proprio in quella soffitta e con quelle canzoni, si mette a nudo nelle sue sensazioni. Questo album è suonato con la partecipazione e collaborazione di Carletto Petrosillo al contrabbasso, Paolo Mele alla batteria e Sebastiano Lillo alla chitarra slide.

Un viaggio dalla soffitta in luoghi immensi, o in locali fumosi, in quella parte spoglia della Puglia ( lui è pugliese) che a volte ricorda i rossi paesaggi americani. Un modo di suonare Root, semplice, basilare, uno stile vintage ma ormai accolto tra la musica senza tempo. Come me provate a farvi un giretto dentro e fuori la soffitta blues di Giuseppe.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: