terra di mezzo

Domani… domani no.

Mi manca, mi manca papà… Domani saranno 11 mesi che è assente nella mia vita. 11 mesi che vivo senza il pilastro a cui mi appoggiavo. 11 mesi in cui vivo senza la sua voce che mi chiama per nome dal corridoio. 11 mesi in cui tutto mi sembra così assurdo ancora, e ancora soffro. La foto è una “bella di notte”

un seme che ho portato via dalla Sicilia nel 2018… Un seme che ho ritrovato per caso nel taschino di una giacca estiva che avevo quando siamo partiti dal mare. Un seme che ho piantato quest’inverno in un vaso sul terrazzo senza alcuna aspettativa. Invece sta dando i suoi frutti. “Campanelle” dai variegati colori che si aprono nella penombra, regalandomi un profumo che mi inebria la mente. Voglio credere che sia mio padre che, trovando finalmente la forza é qui per abbracciarmi, consolarmi, per farmi capire che lui c’è sempre con me, e se anche non è presente fisicamente, questo non significa che lui se ne sia andato per sempre… 💞grazie papà.

Vi dico che ci vediamo martedì perché domani è un giorno tutto per me e papà.

Lascio una canzone di un gruppo che amo forse più di me stessa. La lascio perché voglio dedicarla a mio papà. Spero che la ascolti insieme a me e a voi, perché è la musica del mio cuore… che batte per lui .

Retrograde”, è una dolcissima ballata con chitarra acustica, su cui Eddie Vedder canta di non lasciarsi andare, e di cercare sempre di trovare il modo per far andare bene le cose. Il finale è un crescendo di strumentazione che coinvolge totalmente chi l’ascolta . 💖 a martedì.

Prodotto da Josh Evans e dai Pearl Jam, dall’ultimo album , “Gigaton” E voi sapete vero, quanto Eddie si attivi, per la salvaguardia del nostro pianeta..

terra di mezzo

Would? – Voluto?

Diciamo che per pranzo, a voi la voglio fare veramente sporca 😱🤣. In materia di Musica, sono anche molto, ma molto dispettosa… e pure un po’ stronza. Ora, mi domando e dico, ma non lo dico che penso, perché lo chiedo a voi … Ma dove sta l’inghippo in questa lurida faccenda musicale, che tanto lurida non ê 🤣 , perché mi risulta maledettamente stuzzicante, ardita… e non vi dico altro sennò ve la rendo facile facile?!!

Ora a voi la scelta ah ah… l’originale, così graffiante, prepotentemente avvolgente e da sballo

o la cover da spiaggia, dei quattro fratelli Dhima, australiani di Melbourne, che si cimentano nell’hard rock , esattamente i

“Mixedupeverything

che hanno i natali dal 2016?

Tutto sommato mannaggia, pure questa cover lascia a bocca aperta e non solo per tanta sfrontata provocazione musicale! Ebbravi, Todd, Kevin, Blake e Koby 🤣

Cavatevela !

Dimenticavo : provate a considerare le due versioni, come l’antipasto e il dolce… del pranzo della domenica. Sta voi dove collocarli però ah ah 🤣

terra di mezzo

“Quanto me”.

Questo è il risveglio…

Questa è una canzone da trattare con il massimo riguardo, da ascoltare con cura, da respirare piano e da lasciare che ogni singola nota della chitarra di John, si muova nell’aria per abbracciare con naturale bellezza, ogni parte del nostro essere più nascosto e intimo…

“tirare le somme

della mia vita,

arrivata a…

un punto morto”.

Sono molto cauta con John Lennon, alla pari di Jimi Hendrix io certi artisti li prendo con le pinze, li guardo da lontano, e li amo nel più assoluto silenzio.

Vi auguro una buona e dolcissima e piacevole domenica.

Signori… John Lennon
da “Walls and Bridges”
del 1974…
Nobody Loves You (acustica)

Nessuno ti ama quando sei a terra
Nessuno ti vede quando sei al settimo cielo
Tutti si danno da fare solo per soldi
Io graffierò la tua schiena e tu graffierai la mia

Sono stato dall’altra parte
Ti ho mostrato tutto, non ho niente da nascondere
Eppure ancora mi chiedi se ti amo
Ma cosa significa, cosa significa?
Posso dirti che si tratta solo di esibizionismo

Tutti si sbattono per quattro soldi
Io graffierò la tua schiena e tu pugnalerai la mia

Ho attraversato l’oceano tante volte
Ho visto lo stregone con un occhio solo che guidava i ciechi
Ma tu ancora mi chiedi se ti amo
Ma cosa dici, cosa dici
Ogni volta che cerco di affrontarlo
L’argomento scivola via

Mi alzo al mattino e guardo nello specchio per vedere
Poi mi stendo al buio e già so che non riuscirò a dormire

Nessuno ti ama quando sei vecchio e grigio
Nessuno ti ama quando stai sottosopra
Tutti urlano in giro il giorno del proprio compleanno
Tutti ti amano quando ti trovi sei piedi sotto terra