Domani… domani no.

Mi manca, mi manca papà… Domani saranno 11 mesi che è assente nella mia vita. 11 mesi che vivo senza il pilastro a cui mi appoggiavo. 11 mesi in cui vivo senza la sua voce che mi chiama per nome dal corridoio. 11 mesi in cui tutto mi sembra così assurdo ancora, e ancora soffro. La foto è una “bella di notte”

un seme che ho portato via dalla Sicilia nel 2018… Un seme che ho ritrovato per caso nel taschino di una giacca estiva che avevo quando siamo partiti dal mare. Un seme che ho piantato quest’inverno in un vaso sul terrazzo senza alcuna aspettativa. Invece sta dando i suoi frutti. “Campanelle” dai variegati colori che si aprono nella penombra, regalandomi un profumo che mi inebria la mente. Voglio credere che sia mio padre che, trovando finalmente la forza é qui per abbracciarmi, consolarmi, per farmi capire che lui c’è sempre con me, e se anche non è presente fisicamente, questo non significa che lui se ne sia andato per sempre… 💞grazie papà.

Vi dico che ci vediamo martedì perché domani è un giorno tutto per me e papà.

Lascio una canzone di un gruppo che amo forse più di me stessa. La lascio perché voglio dedicarla a mio papà. Spero che la ascolti insieme a me e a voi, perché è la musica del mio cuore… che batte per lui .

Retrograde”, è una dolcissima ballata con chitarra acustica, su cui Eddie Vedder canta di non lasciarsi andare, e di cercare sempre di trovare il modo per far andare bene le cose. Il finale è un crescendo di strumentazione che coinvolge totalmente chi l’ascolta . 💖 a martedì.

Prodotto da Josh Evans e dai Pearl Jam, dall’ultimo album , “Gigaton” E voi sapete vero, quanto Eddie si attivi, per la salvaguardia del nostro pianeta..