Pinne? Fucile ed occhiali?

A volte mi chiedo perché i miei genitori, abbiano deciso in quel lontano 1964, di farmi nascere alla Macedonia Melloni di Milano caspita! Io amo il mare!!! E mi ritrovo a chilometri e chilometri di distanza da lui. Loro, che sono arrivati da una terra dei ciclopi circondata da acque salate mi hanno fatto questo!!! Assurdo. Se avessi potuto…. gli avrei suggerito una città costiera uffa, ma a quei tempi mamma e papà non sapevano ancora, che i bambini nella pancia hanno sempre un diritto di replica sulla scelta di dove voler nascere😱.

Accontentiamoci del sole che oggi è davvero spettacolare, accontentiamoci di una canna dell’acqua dell’acquedotto milanese per rinfrescarsi, e consoliamoci con il profumo intenso della menta piperita che si sprigiona quando passa il venticello che rinfresca il tutto come se si fosse in montagna! Una buona domenica!

Oggi pasticcio di pasta !!

15 pensieri su “Pinne? Fucile ed occhiali?

    1. Io ho proprio bisogno di sentire le onde del mare sulla pelle non per nulla sono nata sotto il segno dei pesci 😬😬😬😬 buona sera Paola, tutto bene vero? Un abbraccio

  1. La torta di pasta compenserà la nostalgia di vedere il mare a tuo piacimento. Ad ogni modo, l’illusione rimane per un breve minuto, con gli occhi chiusi, puoi vederti cullato dal mormorio delle onde bianche. I miei saluti. Un dolce risveglio e che la tua settimana è la migliore.
    Manuel

    1. Mi mancano i suoi suoni … il pasticcio di pasta ha in parte compensato il desiderio di evasione 😃 oltre che la golosità. Una buona settimana a te Manuel 😊

I commenti sono chiusi.