Altalenante cammino.

Il tempo che passa fa cambiare non solo la prospettiva,ma anche i propri stati d’animo.

Piove… e per me la pioggia ha sempre avuto un primo posto nel mio cuore. Mi ha sempre trasmesso serenità, attesa piacevole del buon tempo, musica rilassante per la mia mente. Mi ha sempre cullata, creato un velo impalpabile fra nostalgia e pacatezza del mio intimo.

Mi rendo conto che oggi mi provoca inquietudine, ansia, mi fa sentire come imprigionata, mi rende le ossa fragili al suo passaggio e mi sa offrire ormai solamente un gran senso di vuoto, di solitudine, di pensieri contrastanti fra di loro.

E così io noto che la convivenza con me stessa riempie l’aria di staticità.

Non pensavo di arrivare a questo punto. Ma è evidente che non sono più la stessa.

Forse è proprio vero … “si cambia per non morire…”

Pink Moon (1972) – Nick Drake.

Un mio “dolce”… particolare👿

Un dolce “particolare” a cui non rinuncio mai… musicalmente parlano, è quello confezionato personalmente delle Pietre Rotolanti con il loro album uscito nel 1968 dove accantonano definitivamente le sonorità pop rock e psichedeliche inglesi, acquisendo invece un linguaggio musicale prettamente americano, confezionando accuratamente e con sufficiente sicurezza brani di impostazione blues, rock, country, folk, di matrice rurale. L’album porta il titolo “Beggars Banquet” e tutti lo conosciamo! Ohhhhh, Non si può non conoscere un album di una bellezza complessa e stratosferica al tempo stesso come questo degli Stones! Non scherziamo!🤣

Le Pietre in questo album che rotolano a ritmo più rock stile “americano”, mi rammentano un delizioso Profiterole al cioccolato nero fondente, rafforzato dal peperoncino rosso piccante!

Come questo video…🤣 di un loro brano famosissimo!!

Questo brano “Sympathy for the Devil”, scritto dal duo Mick Jagger & Keith Richards
è di un Folkrock, Artrock e pure Samba sconvolgente! Prende corpo e mente con un ritmo sound frenetico che sfido chiunque a smettere di muoversi e ascoltare…

Ecco, proprio questo brano, ha dirottato le menti di molti critici, fans, il mondo musicale stesso, e buona parte della popolazione mondiale di quegli anni 60 esattamente 1968, a trarre delle conclusioni molto negative, sul fatto che proprio gli “Stones ” potevano essere per davvero dei praticanti del culto del satanismo. Si… insomma, adoratori del Diavolo ecco 🤣

Ma il Lucifero della canzone, in realtà racconta tutte le disgrazie della storia umana di cui si è reso protagonista e, guarda un po’… proprio “lui” chiede “comprensione”, altrimenti si attiverà per rendere eternamente dannata l’anima di chi non lo rispetta. 🤣

Ma in realtà in quel brano sono citate la Guerra dei cent’anni, la Rivoluzione d’Ottobre, il processo a Gesù, la Seconda Guerra Mondiale, la morte dei Kennedy…

Comunque una cosa è certa se proprio Jagger e Richards alla fine invitano a riflette, con Sympathy For The Devil… o meglio, a comprendere il lato oscuro che vive in ognuno di noi, il cosìdetto “Diavolo in me”… magari, si è anche capaci di affrontarlo…👿👿👿 o no? 🤣

A poi!