Abbraccio mattutino

Eccomi qui presente, raro che manchi ad un incontro . Solo i guai mi possono tenere lontana da qui ormai. É “casa” per me. Il mio piccolo mondo che apro solo a pochi cari, a chi capisce e apprezza il mio semplice linguaggio musicale, il mio modo di essere, il mio esprimermi fra paturnie, guizzi di pensieri felici, oppure attorcigliati. Insomma… me, e l’atra parte di me che si sente libera.

La visuale è ancora in bianco e nero ma la musica no… quella è piena di colori tenui che daranno nuova luce seppur fievole al mio mattino e spero anche al vostro.

Lui è Neil Halstead, un cantautore inglese di grande potenzialità. Il brano è tratto dal suo album “Palindrome Hunches” del 2012, un album che rimanda alla tradizione folk inglese che ricorda molto un Nick Drake da giovane, per intenderci. 🤗

Questo è il suo sito NEIL

13 pensieri su “Abbraccio mattutino

    1. A volte certi giochi di luce mattutina come li immortali tu mi fanno ricordare dei paesaggi di altri mondi alieni eppure succedono qui da noi sì mi è piaciuta grazie! e meno male che ti alzi molto presto.😊

      1. Immagino visto quanto hai
        Potuto osservare fuori dal nostro paese. Un po’ mi fai pensare allora che l’America è anche qui.

I commenti sono chiusi.