Monet taumaturgico.

Posso dare colpa al tempo uggioso e grigio ma sotto sotto so che non è così. Sono rientrata nella fase del : “e adesso che dico? E adesso che faccio? Mi sento persa di nuovo sigh“

Il grigio esiste veramente oggi, è una tipica giornata di autunno inoltrato, e ingrigita dentro, mi sento anche io. Devo pensare che passi da solo, e senza forzare gli eventi che mi rimbalzano addosso. Mi conosco, se insisto a cacciarlo, potrebbe arrivare a radicarsi in me per lungo tempo ed è quello che non voglio. Certi periodi grigi mi spengono. Allora provo a lasciare almeno qui, qualche nota di colore spennellata di nascosto da qualcuno che non conosco di persona ma di fama. Denota il buon umore e l’allegria. Nell’insieme mi ricorda una serenità contenuta dentro una tela, allo scopo di non farla svanire, perché deve ricordare che si potrà, io potrò ancora, ritrovare spennellate colorate intorno a me.

9 commenti su “Monet taumaturgico.

  1. Ci hai regalato un’immagine bellissima, e spero con tutto il cuore che quella luce esca dal quadro 🙂

  2. Dai, dai, che è la stagione del sole, il grigio serve a dare maggior risalto al contrasto di colori che arriva!

    • Saggio J… a volte è più semplice di quanto penso e c’è necessità che qualcuno lo faccia solo un po’ evidenziare…🙏

      • Siamo qui per questo, no? Ci si aiuta tra sconosciuti, la forma più alta e pura di empatia.

      • Alta e pura empatia… direi che non fa una piega… concordo. E grazie per averlo evidenziato …🤗

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: