terra di mezzo

Una strada a zighe e zaghe… a zigzag per intenderci …

Certo é, che ormai le fasi del tempo non le riesco più a controllare… EMMENOMALE cavolo!

Sono passata dal periodo “dell’arte rinascimentale quale ero… alla popart post moderna, con vaghi accenni di virulento futurismo contemporaneo…

Piccoli incentivi per camminare nel mondo… tipo bonus bicicletta ! Ah… mi sto informando … sul “bonus”😉

14 pensieri riguardo “Una strada a zighe e zaghe… a zigzag per intenderci …

    1. 😬😬😬😬 Simona è mitica per le tonalità californiane, nessuna tinta Nessuna tinta riflessivamente dopo una decolorazione particolare e pigmenti naturali bianco polare.

        1. Guarda adesso che si sono aperti i collegamenti con le altre regioni ha già degli appuntamenti che arrivano dalla Liguria 😉è un tecnico parrucchiere di quelli con una capacità unica e rara te la consiglio!

          1. Come lo capisco! Io andavo in Liguria dal Piemonte quando abitavo lì. Grazie, ma ormai con il colore ho fatto pace: il mio naturale (ti ricordo che ho ben 10 anni più di te!). 🙂 Buonanotte Cate

      1. Io adoro il caschetto e l’ho portato per un po’ di tempo, però mi toccava andare dalla parruchciera due a volte a settimana per tenerlo in ordine. Ho i capelli sottili che con l’umidità diventano capellini d’angelo svirgolettanti. All’epoca avevo un discreto stipendio e potevo farlo. 😉

        1. È l’unico taglio che riesco a tenere in ordine mantenendolo in disordine io non vado tutte le settimane dal parrucchiere ci vado in media una volta ogni mese e mezzo cerco di cavarmela come posso ma ho comprato una piastra che uso raramente. capelli sottili sottili sottili… eccomi presente e benvenuta nel club
          Con un capello corto risulterei più pelata di testa e e poi li ho portati per una vita e sembravo un istrice! stavano ancora più disordinatissimi di quelli che invece porto oggi 🤗

I commenti sono chiusi.