Break the Rules…

“fuori dagli schemi”

“ Break the Rules” dei Ruen Brothers che qui vi lascio …

Per come la vivo io questa canzone … “la parte più radicale, l’esempio di vita dedicata alla passione portata all’estremo, perché solo oltre i limiti, la passione diventa davvero “vita”.

Il duo rockabilly “Ruen Brothers” sono sempre più vicini alla vetta nel Regno Unito. Io ho iniziato a seguirli già dal loro esordio con il mini album “Point Dume” del 2015 proiettato in un mondo alternative/indie Poi nel 2018 hanno portato alla luce un album dal colore vintage “All My Shades Of Blue”

I due fratelli, hanno presentato in anteprima a fine aprile la loro nuova canzone “Break the Rules” per l’imminente film di Netflix “The Half of It“ ovvero “L’altra Metà” per la regia di Alice Wu. Un film con Becky Ann Baker, Enrique Murciano, Leah Lewis, Catherine Curtin, Collin Chou. Dal 1° maggio su Netflix 😉 “Ellie, una timida studentessa cinese-americana, si ritrova ad aiutare il fantino della scuola a corteggiare la ragazza che entrambi segretamente amano.” Questa è la locandina del film!

La canzone scritta per l’occasione, la raccontano così : “Abbiamo scritto” Break The Rules “per una scena molto ricca di malinconia dei due personaggi principali alle prese con emozioni e scelte difficili mentre affrontano le loro vite quotidiane”. L’idea iniziale era quella di scrivere una dolce canzone country – americana. Amiamo scrivere in questo genere, perché é simile alle danze lente che suoneremmo noi nei pub della nostra città natale per dare ai frequentatori un momento di sfacciato romanticismo, e abbiamo pensato che fosse appropriato per l’ambiente rurale del film “.
Ascoltate un po’ mentre mi accingo a fare la brava mamma di casa che prepara la cena e intanto un po’ riesce a sognare per trovarsi in un periodo dai colori tipicamente “Grease … 😄

10 pensieri su “Break the Rules…

    1. Grazie Alessandro sei molto gentile una parte, quella iniziale è farina del mio sacco e un po’ anche la parte finale mentre quello che raccontano sulla loro ultima canzone ammetto che l’ho presa dalle loro interviste dopo averle lette un po’ mettendole con parole mie. quindi non sono una persona che fa delle recensioni sulla musica sono una persona che ama la musica che che la vive che sla racconta alle persone per come la recepisce. niente di più e grazie ancora ! molto gentile a domani @rocker.

      1. Be’, una recensione, a mio avviso, questo è! 🤗 raccontare quello che si prova leggendo, ascoltando, guardando, dando anche il punto di vista o l’impressione dell’artista. Anche io m’appoggio 😉 buongiorno 😄

    1. Quasi culla… davvero mi fa venire in mente le immagini anni 50 in America ai tempi del ballo di fine scuola con la palla psichedelica al soffitto della palestra e tutti che ballano stretti stretti sulla mattonella non l’ho vissuta però ogni tanto ci penso e corto dietro il periodo “Grease” e delle Pin-up anni 50 😀😀😀😀😀

I commenti sono chiusi.