Alla fine è stato un “Better Day”…😚

Better Days/ Eddie Vedder. Eh giàè un pezzo inedito scritto ed interpretato da lui per la colonna sonora del film “Eat Pray Love”

La buonanotte è speciale … abbiatene cura 🤗. A domani !

La sua voce è inconfondibile potente e visonaria, la chitarra rigorosamente acustica e ritmica che non dà tregua, e si sa… questo é un capolavoro “nascosto” contenuto come ho già anticipato, nella colonna sonora di Eat, pray love.😀 “Mangia Prega Ama” il bellissimo film del 2010 con … la Roberts 😍 ohhhh…. stasera tutto “film” la me @rocker ma…. la musica è la padrona indiscussa! Eddie… 🥰

Break the Rules…

“fuori dagli schemi”

“ Break the Rules” dei Ruen Brothers che qui vi lascio …

Per come la vivo io questa canzone … “la parte più radicale, l’esempio di vita dedicata alla passione portata all’estremo, perché solo oltre i limiti, la passione diventa davvero “vita”.

Il duo rockabilly “Ruen Brothers” sono sempre più vicini alla vetta nel Regno Unito. Io ho iniziato a seguirli già dal loro esordio con il mini album “Point Dume” del 2015 proiettato in un mondo alternative/indie Poi nel 2018 hanno portato alla luce un album dal colore vintage “All My Shades Of Blue”

I due fratelli, hanno presentato in anteprima a fine aprile la loro nuova canzone “Break the Rules” per l’imminente film di Netflix “The Half of It“ ovvero “L’altra Metà” per la regia di Alice Wu. Un film con Becky Ann Baker, Enrique Murciano, Leah Lewis, Catherine Curtin, Collin Chou. Dal 1° maggio su Netflix 😉 “Ellie, una timida studentessa cinese-americana, si ritrova ad aiutare il fantino della scuola a corteggiare la ragazza che entrambi segretamente amano.” Questa è la locandina del film!

La canzone scritta per l’occasione, la raccontano così : “Abbiamo scritto” Break The Rules “per una scena molto ricca di malinconia dei due personaggi principali alle prese con emozioni e scelte difficili mentre affrontano le loro vite quotidiane”. L’idea iniziale era quella di scrivere una dolce canzone country – americana. Amiamo scrivere in questo genere, perché é simile alle danze lente che suoneremmo noi nei pub della nostra città natale per dare ai frequentatori un momento di sfacciato romanticismo, e abbiamo pensato che fosse appropriato per l’ambiente rurale del film “.
Ascoltate un po’ mentre mi accingo a fare la brava mamma di casa che prepara la cena e intanto un po’ riesce a sognare per trovarsi in un periodo dai colori tipicamente “Grease … 😄

“Anybody out There?” di Sadler Vaden 😃

Questo, che da il titolo al mio post, è l’album musicale che porterò in giro per la città, assieme il mio “peloso” segugio. Sadler Vaden, un chitarrista del South Carolina, molto eclettico e che nulla lascia al caso. Sadler ha dietro di se molta esperienza acquisita suonando con altri, e che ha sempre evidenziato un “atteggiamento” come musicista, un po’ passivo, direi quasi remissivo. Insomma non si è mai fatto troppo notare ecco. Dopo il debutto con il suo primo album omonimo del 2016, a distanza di anni può davvero permettersi di uscire allo scoperto, per fare parte in quella classifica del classic rock americano. Parlo di quel rock che spazia fra ballata e chitarra elettrica, quel rock di fattura tipica degli Stati a sud del territorio americano, e la “musica” stile “Americana” nel vero senso della parola. Questo album “Anybody Out There?” é uscito il 6 marzo di questo anno, e abbraccia molti stili musicali sicuramente influenzati da personaggi come gli Oasis, Tom Petty, i T. Rex, ma anche George Harrison… Lu abbraccia è vero, ma con un evidente e ben inciso “tocco” personale… tipico del suo power rock! Dell’album credo di aver consumato il brano “Golden Child”e “Don’t Worry”. scoprirete solo ascoltandoli il mio perché, se un po’ sapete come io son fatta, quando si tratta di Americana! Vi lascio la play con cui mi accingo ad uscire…😉 Forse ci saranno voluti quattro anni per questo album, ma credeteci oppure no, Sadler ha dimostrato che a volte il saper “aspettare” senza troppe aspettative, ( bel giro di parole eh!), ne vale davvero la pena! 😉

Un Lunedì speciale…

Buongiorno!

Io penso sempre che le cose bisogna lasciarle andare e fare in modo che il percorso naturale prenda la giusta direzione. Questa mattina prima di uscire sono andata a vedere le mie piante d’orto nei vasi, e vi posso garantire che ho avuto una bellissima sorpresa che voglio condividere. Speriamo che sia una giornata all’insegna della buona sorte e per tutti. È passata già la mezza e fra un po’ si pranza, io sono incasinata come sempre, del resto non Conosco altro modo del saper vivere… il caos. A più tardi e buona giornata💖