“On The Widow’s Walk” – The White Buffalo –

Io adoro Jake Smith, ovvero The White Buffalo e ancora mi si ritorce contro la tristezza di aver visto sfumare all’Alcatraz di Milano, il suo concerto del 27 aprile scorso. E sono consapevole che solo il lockdown, ne è stato purtroppo la causa. Mi auguro davvero però che la nuova data, fissata per l’11 dicembre 2020, possa davvero essere realistica… ed è anche l’unica data italiana . Ma dipenderà da come andranno le cose con il virus …

E nell’attesa che tutto si avveri, questo On The Widow’s Walk, il suo quinto album uscito questo 17 aprile 2020, è trasudante di classico country… ma molto altro. L’album, è stato registrato in presa diretta utilizzando violino e pedal steel, e racchiude dentro di se un misto tra alternative country, folk, blues e classic rock, oltre che il fulcro di tutta la sua bellezza, la “voce” di Jake, Sempre così baritonale, acuta, che colpisce e lascia un segno indelebile. Questa bellezza vocale, l’ho già sottolineata in altro post su di lui qui ma vi ricordo comunque, che ascoltare The White Buffalo è un po’ come incontrare un mélange di voci tra Eddie Vedder e Bruce Springsteen.

Beh, diciamo che mi farà compagnia nell’attesa di ascoltarlo personalmente dal palco dell’Alcatraz… tra qualche mese.

8 commenti su ““On The Widow’s Walk” – The White Buffalo –

    • Magari dovevi esserci anche tu all’Alcatraz… che sfiga! Uff. L’anno scorso con i Beirut ma ragioni di salute del leader uffaaaaa per i concerti proprio a volte…

      • Per fortuna no, niente concerto!! Ci vediamo la prossima volta che fanno il concerto Cate 😀

      • A me come tutti hanno posticipato il biglietto del 27 aprile al 11 dicembre. Vediamo va. 🤗

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: