Ovelha! Magia…

Pochi conoscono questa versione cover in acustica valorizzata con i conga… perché è una cover… fatta da Ovelha, un cantautore strumentista brasiliano.

Ma molti, conoscono gli Eagles … e moltissimi “Hotel California” pure a memoria magari …

Ecco… la passione per la musica ti porta sempre a perlustrare territori a volte molto tortuosi e intricati come una foresta, per aprirsi poi davanti ad una laguna “musicale” dall’atmosfera magica…

Vi lascio in una posizione comoda adesso. Il più è fatto. A voi apprezzare.

A domani !

❤️

Ripartenza che si è rivelata lenta lenta (per me)

Era da tanto che non mi mettevo su una carreggiata tranquilla, da percorrere lenta lenta, per osservare il panorama del mio trascorrere la giornata.

Sono stata, calma e rassicurante con quasi tutto il mondo. Ma soprattutto “silenziosa”. In pace con me stessa, fra qualche sbadiglio in più del solito e qualche frammento di ricordi pacati.

All’incirca è andata così; il mio “essere interiore” si é rivelato tale.

Forse la canzone in se è anche un po’ riconducibile ad un ambient dark ma… ci vale tutta, fra la voce inconfondibile di Samuel Ervin Beam, e il suo sound … ❤️

Ho estrapolato il brano da “The Shepherd’s Dog” , il terzo per la carriera Samuel, ovvero Iron & Wine. È del fine settembre 2007.

“Abbisognamento” 😬

Darmi una mossa… devo.

Devo darmi una rimescolata.

Son come Atomi in continuo movimento ed evoluzione …

Ho un’immagine da difendere e un caos ordinato

da disorganizzare a pelle.

No… a capello! Ho fissato l’appuntamento dal mio amato indispensabile parrucchiere per il primo di giugno!!!!

Buon proseguimento eh! 💋