Attentato alla mia dieta… O terapia rilassante?

Per calmare gli animi c’è bisogno di zuccheri? Io non lo so ma alle 3 di notte giravo per casa come una zombi.

La centrata con mio figlio… o meglio, con le sue ossessive compulsivitá e gli atteggiamenti d’indisponente approccio con me … mi hanno sfiancata. Uno degli errori da non fare per chi vive con una persona affetta da DOC è NON diventare lei stessa la compulsione. Mi ha presa in antipatia perché a detta sua non lo capisco … perché contrasto il suo pensare di essere “infettivo” facendogli capire che chi non frequenta nessuno, chi sta più a casa che fuori, chi esce solo per portare il cane fuori, e sta a distanza chilometrica dal mondo … non può essere infettivo…. e quindi è inutile consumare ettolitri di gel disinfettante addirittura se tocca la tastiera del computer… che tra l’altro tocca solo lui. Perdonatemi ma… sono esaurita! Ha sospeso pure il percorso cognitivo comportamentale dal primo lockdown… e lascio a voi immaginare… il carico di tensione che gira in casa.

Comunque, alle tre di notte giravo come un topo in gabbia.

Che ho combinato?

Ho deciso di provare a fare la pasta frolla 🙄

Una fatica …

Adesso ho portato a termine il lavoro.

Non male dai …

Fino alla cottura!

Mó brucia e … speriamo di non aver messo il sale invece dello zucchero… son capace quando mi agito e non trovo pace.

12 pensieri su “Attentato alla mia dieta… O terapia rilassante?

    1. Ero convinta di averci messo il sale nell’impasto stanotte… è solo un po’ povera di marmellata. Ma discreta dai 🤗

I commenti sono chiusi.