Una “colonna” sonora portante…

Città deserte,

in un silenzio controllato,

una morsa nello stomaco

nel canto di Solitudine e fame,

futuro ancora incalcolabile,

qui non si sommano i fattori

il Presente vive, soffocando il fiato

bardato com’è nelle maschere multiformi,

gabbie di umani fra le sbarre trasparenti,

miriadi le chiavi in vetro fragile, intorno

attenti, si cerca la serratura da provare

ma il click liberatorio, resta a lungo sordo

Città deserte,

fra un eco di passi lenti

in bolla, un frammentato ricordo

di ciò che eravamo ieri,

sbagliare i tempi e le modalità

la conseguenza di una indifferenza,

fatta d’acciaio temprato

si andava avanti con le toppe piombate sugli occhi.

L’oggi è ancora tutto da tentare

Il domani, un ologramma stratificato di una vita

vita, da riassettare diversamente.

Attenzione!

Avete capito che è una “cover” della bellissima canzone dei Simple Minds, dell’album omonimo del 1985…

Io metto poche cover… quelle che catturano la mia attenzione.

4 commenti su “Una “colonna” sonora portante…

    • 🤗 ci sta in tempi dimili dove tutto è… un enigma da risolvere … ci sta realizzata in questa modalità musicale.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: