My Midnight… 🧡

My Midnight è un album del 1999 di Steve Wynn (The Dream Syndicate per intenderci❣️) caratterizzato da un suono diverso rispetto alle opere precedenti, essendo quasi assenti i suoni psichedelici così come le ballate folk, fatta eccezione per una soltanto “Lay of the Land”

Ci troverete fin dal primo ascolto del sano energico rock, sia in Nothing But the Shell sia in My Favorite Game .

Se volete riposarvi e andare sul tranquillo , Cats and Dogs e In Your Prime, faranno sicuramente al caso vostro, mentre Mandy Breakdown e The Mask Of Shame sono incentrati sul piano.

Però 500 Girl Mornings , per citarne una un po’ fuori dagli schemi, ricorda molto una filastrocca cantata fra chitarre che litigano fra di loro. C’è ne sono altre che non ho citato perché è giusto che le ascoltiate vivendole come una scoperta sempre personale.

Ma… Il brano che più mi affascina in questo album, che mi lascia una sensazione da sogno di una notte d’estate senza tempo … è proprio “My Midnight”.

Lei è ... é da ascoltare separatamente da tutta la play che vi posterò.

Ogni brano una storia… ogni brano una vita… ha un valore aggiunto… del resto Steve é Steve … mica uno qualunque …

La play la trovate con tutti i brani qui sotto. A domani… come da un po’ ormai accade…

~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~


“andato” Blue Rodeo 1992

Lost Together è il quarto album studio del gruppo canadeseBlue Rodeo” uscito nel 1992.

La canzone Already Gone, che è in questo album è che vi metto, ha una sofferente, realistica profondità d’animo. Fa riflettere, insegnando, a chi è attento all’ascolto di chi canta, qualcosa che però dovremmo a prescindere già conoscere, per non commettere continuamente errori in una grande, importante, seppur tormentata, difficile, storia d’amore. Anche l’amicizia è una grande amore. Pensateci.

Il più delle volte, capiamo solo quando è troppo tardi, pagando un caro prezzo. Capiamo quando quella storia d’amore che sembrava invincibile… alla fine finisce, e per sempre.

La chiave, il messaggio di Already Gone, sta qui, in queste poche righe di grande spessore:

Mettiamo attenzione alle cose che facciamo e a tutto ciò che diciamo
Forse poi arriveremo in un posto in cui non siamo mai stati prima…

Ascoltate la dolcezza, del brano.

Vi lascio il testo…

Already Gone (andato via)

Monday morning waking up
Still too numb to think
Another night just staring at the wall
Last night’s conversation
Knocked me off my feet
I guess today I fall
I wish that we could find a way to look the other way
Be careful of the things we do and watch the things we say
And maybe then we’d get somewhere we’ve never been before
Oh what’s the use of fighting when you know you’ve lost the war
Walk the streets of New Orleans
Shirt soaked to my skin
Through the mess of yesterday’s parade
A thousand times a day I think of calling you again
Come to my senses instead
And everytime we walk away we lose a little time
Pretending to each other now that everything is fine
I know whatever lies I use to get myself to sleep
I wake up to the promises I know we couldn’t keep
Say you don’t see what’s wrong
Every night lasts too long
So long I know, I do
You’re already gone
Ooooh
I wonder should I get up
I would but what’s the point?
Oh when something’s gone it’s gone for good
Maybe I could look away
Back to where we used to be
One more time, I wish I could
Oh, nevermind the reasons, that tore us all apart
We’ve both done things I know we can’t defend
What’s the use in tracing it all back to the star
There’s something missing in the air
I wish that we could find a way to look the other way
Be careful of the things we do and everything we say
And maybe then we’d get somewhere we’ve never been before
Oh what’s the use of fighting when you know you’ve lost the war
Say you don’t see what’s wrong
Every night lasts too long
So long I know, I do
You’re already gone
Oh I know, I do
You’re already gone
Ooooh

“Autocertificazione compilata”. Ci si aiuta a vicenda.

La mattinata si sta spendendo (nel vero senso della parola… “spesa“) all’ insegna dei movimenti. Incontrare Marinella quel tardo pomeriggio di dicembre scorso al H San Raffaele è stata una fortuna. Diciamo che io ho avuto il coraggio di aspettare il suo taxi per molto di più di quel quarto d’ora che la chiamata mi aveva annunciato e Lei si è fidata del suo istinto non rinunciando alla fine a venirmi a caricare nonostante quei 15 minuti fossero diventati in realtà più di 40. (Quanta gente chiede un taxi e alla fine ne prende un’altro più comodo senza cancellare la chiamata?) Dovevamo incontrarci. Due donne simili erano destinate a conoscersi. Oggi il Coronavirus ci ha rese più complici e amiche . Ci scambiamo aiuto. Lei mi porta dove ho necessità di andare (come oggi)… con una spesa ragionevole. A volte si muove per me perché io non guido e ho necessità di ritirare acquisti pesanti o ingombranti). Le mascherine alla fine sono una gradita opera sua. Le ha trovate, mi ha avvitata, abbiamo diviso il costo e un problema si è sistemato. Amiche… già … e penso che anche quando le cose torneranno un po’ più vivibili, lei lavorando come una matta (glielo auguro davvero) ci sarà sempre. Come del resto io per lei.

Oggi dovevo fare dei controlli clinici e dei prelievi al peloso. Diciamo che una amica che guida un taxi e che mi fa uno sconto da favola… agevola la mia vita.

Deserto… solo urgenze e per appuntamento 🥺

E sono sicura che riuscirà a trovarmi quei panetti di lievito fresco che sono diventati una rarità! 😱. Ci si vede per consegnare alcune provette piene del mio peloso

Sei preziosa Marinella. Io e scirek … siamo fortunati.

Grazie! 🧡