Tardi…

Guardavo vecchie foto, periodi andati, un po’ stropicciati, come quelle nuvole che intravvedo nel cielo blu pesto di questa notte.

Ascoltavo musica, fra passaggi di ricordi immortalati, cercando di finire un vecchio puzzle temporale, abbandonato da giorni sul tavolo della sala. Ci sono periodi allegri che non riesco ancora a comporre fra le foto che mi scorrono nelle mani.

C’è un silenzio in casa che si taglia con il coltello adesso. Ho spento tutto e spostato le lancette avanti. Ho guadagnato un’ora di luce in più, ma ho un giorno in meno da vivere adesso. La vita in apparenza scorre uguale a ieri, ma è lo spirito con cui l’affronto che è cambiato. Mi sento ingabbiata dentro una libertà che mi sta consumando di attesa in attesa. Quando potrò rilassarmi un po’ e sorridere ancora? Mah…

Lascio anche qui, cerco di trovare un po’ di sonno .

Sentite che mi porto dentro …

Buona domenica …