Tutto può succedere, con i “THE MEN”

Soprattutto quando parti all’origine come band da un punk primordiale, e finisci per toccare e adottare corde di un alt-country fra rimembranze di progressive rock e folk psichedelico … oggi🧡

I The Men newyorkesi, sono sempre stati attenti a non farsi stereotipare, meglio dire inquadrare in nessun genere musicale, che fosse rock, grunge, hardcore, indie o psichedelica. Hanno sempre agito in totale libertà musicale, grazie alla loro voglia di essere indipendenti artisticamente, a 360 gradi. MERCY è il loro ottavo album uscito proprio il giorno di San Valentino di questo 2020, e dopo averlo attentamente ascoltato… secondo me hanno realizzato qualcosa di nuovo e unico!

Sentite un po’ …

Children All Over the World

Mercy

Wading in Dirty Water

Cool Water

A domani…

L’angolo della nostalgia…

Era un lontano fine novembre del 1983

Mi comparvero i Depeche Mode per puro caso in tv e da quel giorno imparai ad apprezzarli e a ballarci dietro ad ogni occasione. Mamma mia quanto erano giovanissimi in quel tempo! (Era anche l’anno in cui conobbi l’uomo che poi sarebbe diventato mio marito, oggi ex e amici di sempre !)

Chiudendo la parentesi personale, in quegli anni 80 la provincia londinese sfornava molti gruppi musicali, ma loro avevano un qualcosa in più per me! Erano i primi che ascoltavo, a saper suonare con una marcia in più quel nuovo filone musicale nascente che si chiamava (e ancora oggi si chiama)… “pop elettronico” ( in questo caso inglese). Rammento anche che il colore nero o meglio Black era di moda nell’abbigliamento … inappellabile.

Vi lascio ascoltare qui uno dei loro primi brani, “Everything counts“, attualissimo, sempre bello, e di grande valore storico ancora oggi. ” tutto importa, tutto conta“🤗

Il fiato soft che sentite… è di un Oboe indiano… oltre al clarinetto.

CoronPalawan

Il viaggio nelle Filippine di Andrea e Lyn prosegue… sono invasa da foto e mi piace l’idea di farvi vedere le più belle… ( qui da me pioviggina quindi, consoliamoci così 🧡)

Tu si que “carneVALEs”

Il carnevalepuò davvero essere una parabola e uno strumento per superare le ondate di odio e intolleranza proposte dai media tradizionali e per lottare pacificamente per una maggiore uguaglianza sociale e per la giustizia che significa vera liberazione per tutto il popolo. cambiano i testi delle canzoni per l’occasione di festa, cambiano le melodie, i ritmi diventano più moderni e innovativi, ma continuiamo a cantare ciò che corrisponde comunque alla vecchia canzone di sempre

Chiunque la veda così, così immobile e distante, sembra che non sappia nemmeno come fare la danza.

Mi sto salvando, per quando arriva Carnevale ”.

Voi non immaginate quanto sia snervante e quasi imposssibbbileee trovare la musica giusta per questi giorni di Carnevale ,e per il contenuto del post, ma alla fine … mi sono fatta tirare dentro da quell’insano, e di parte campanilismo 😱 meridionaleeee!

W W W AlBano! E pure quel matto di Caparezza! Si perché quelli sono come i coriandoli !

Stanno in tutti gli anfratti!!!! ( veramente é il prezzemolo , che sta da tutte le parti, ohhhh vabbè è Carnevale!…😬)

È carnevale no? E appicciate qua sotto !

⏮▶️⏭⏸

😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱