L’angolo della nostalgia…

Era un lontano fine novembre del 1983

Mi comparvero i Depeche Mode per puro caso in tv e da quel giorno imparai ad apprezzarli e a ballarci dietro ad ogni occasione. Mamma mia quanto erano giovanissimi in quel tempo! (Era anche l’anno in cui conobbi l’uomo che poi sarebbe diventato mio marito, oggi ex e amici di sempre !)

Chiudendo la parentesi personale, in quegli anni 80 la provincia londinese sfornava molti gruppi musicali, ma loro avevano un qualcosa in più per me! Erano i primi che ascoltavo, a saper suonare con una marcia in più quel nuovo filone musicale nascente che si chiamava (e ancora oggi si chiama)… “pop elettronico” ( in questo caso inglese). Rammento anche che il colore nero o meglio Black era di moda nell’abbigliamento … inappellabile.

Vi lascio ascoltare qui uno dei loro primi brani, “Everything counts“, attualissimo, sempre bello, e di grande valore storico ancora oggi. ” tutto importa, tutto conta“🤗

Il fiato soft che sentite… è di un Oboe indiano… oltre al clarinetto.

CoronPalawan

Il viaggio nelle Filippine di Andrea e Lyn prosegue… sono invasa da foto e mi piace l’idea di farvi vedere le più belle… ( qui da me pioviggina quindi, consoliamoci così 🧡)

Tu si que “carneVALEs”

Il carnevalepuò davvero essere una parabola e uno strumento per superare le ondate di odio e intolleranza proposte dai media tradizionali e per lottare pacificamente per una maggiore uguaglianza sociale e per la giustizia che significa vera liberazione per tutto il popolo. cambiano i testi delle canzoni per l’occasione di festa, cambiano le melodie, i ritmi diventano più moderni e innovativi, ma continuiamo a cantare ciò che corrisponde comunque alla vecchia canzone di sempre

Chiunque la veda così, così immobile e distante, sembra che non sappia nemmeno come fare la danza.

Mi sto salvando, per quando arriva Carnevale ”.

Voi non immaginate quanto sia snervante e quasi imposssibbbileee trovare la musica giusta per questi giorni di Carnevale ,e per il contenuto del post, ma alla fine … mi sono fatta tirare dentro da quell’insano, e di parte campanilismo 😱 meridionaleeee!

W W W AlBano! E pure quel matto di Caparezza! Si perché quelli sono come i coriandoli !

Stanno in tutti gli anfratti!!!! ( veramente é il prezzemolo , che sta da tutte le parti, ohhhh vabbè è Carnevale!…😬)

È carnevale no? E appicciate qua sotto !

⏮▶️⏭⏸

😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱😱

Dichiarazione d’amore…

Quando inizi a capire che la vita vuole lasciarti dietro le spalle, ma la musica, il blues soprattutto, ti viene in aiuto, ti accarezza la mano, e le corde prendono a vibrare, di vita nuova .

Sedetevi, ascoltate, rilassatevi…

Tutto può succedere, anche tornare a respirare nuova aria.

A domani.

⏭▶️⏮⏸ QUI trovate tutto l’album.

Vento nuovo all’orizzonte

Sto intraprendendo un nuovo e meraviglioso viaggio dentro la musica, molto scrupoloso, rispettoso, e certosino all’interno di questo filone fatto di musica cubana e musica madrilena flamenco, che ho sempre guardato più con gli occhi della curiosità distratta che con quelli della ragionevole passione…

Non finirò mai di stupirmi e di emozionarmi per il calore che sento dentro me. Lo stesso calore mi rende famelica del sapere, dell’apprendere, e del “trasmettere” le mie emozioni per quanto apprendo di diverso sempre!

Mi sono messa a studiare Diego El Cigala

Diego Ramón Jiménez Salazar madrileno di nascita, conosciuto nel mondo della musica come El Cigala (occitano per “Cicada”). Un cantante zingaro “Romani“* di Flamenco dalla voce potente.

Diego detiene anche la cittadinanza domenicana!

Uno dei suoi grandi album è “Lágrimas Negras” del 2003, una collaborazione con il pianista cubano allora 85enne Bebo Valdés, deceduto purtroppo nel 2013. La fusione di ritmi cubani e voce flamenco, ha reso il disco un successo internazionale. Diego é nato in una famiglia di artisti e ha iniziato a cantare in flamenco peñas (club di appassionati) e tablaos, fino a quando il suo eccellente metro e la sua capacità di segnare il ritmo hanno attirato l’attenzione di balati di fama mondiale come Mario Maya, Faíco, Manuela Carrasco, Cristóbal Reyes, Carmen Cortés, Joaquín Cortés e ha iniziato dei tour musicali come parte importante nelle loro compagnie.

Ascoltate…

Vi posto di lui anche un concerto … di Buenos Aires

E come anticipato sopra, il piccolo “miracolo” musicale… la fusione di ritmi cubani del grande BEBO Valdes scon la voce flamenco di Diego El Cigala.

Leggi sotto definizione “Romani”

* (conosciuti come rom, sono un gruppo etnico indo-ariano, tradizionalmente itinerante, che vive principalmente in Europa e nelle Americhe e originario del subcontinente indiano settentrionale)

L’angolo della nostalgia…

Era un 23 luglio del lontano 1984…

Questa è davvero una delle più belle ballate che ascolto sempre volentieri, che combina un testo scritto davvero col cuore, ad un paesaggio sonoro elettronico molto “seducente“.

The Cars – Drive 

Guida

Chi ti dirà quando è troppo tardi?
Chi ti dirà che le cose non sono così grandiose?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Chi ti rialzerà quando cadrai?
Chi alzerà la cornetta quando chiamerai?
Chi presterà attenzione ai tuoi sogni?
Chi si tapperà le orecchie quando urlerai?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Chi ti terrà stretta quando tremerai?
Chi ti starà vicino quando sarai a pezzi?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Non puoi andare avanti pensando che niente va male
Chi ti porterà a casa stanotte?

Buongiorno così!

Perché ho passato una serata bella, perché seppur in difficoltà il mio amico Pino titolare del ristorante dove vado da sempre mi ha fatto preparare un risotto alla salsiccia più morbido del convenzionale! Perché era abbondante pure il tiramisù e morbidissimo ! Era buono il Primitivo ed era stra buono il caffè con la panna. Era buona anche la mia amica che mi ha fatto una sorpresa arrivando da Piacenza ! Basta, che posso volere di più?

Ahhh beh… la Musica, quella non basta mai! 🤗

E ri…Buona domenica compagni di viaggio! ! Il sole spende e la temperatura é già mite…e siamo sempre in inverno!(Ma… mica Sto facendo la speaker radiofonica?😱)

Godetevi una canzone tratta dal film Nine cioè 9 ( ispirato alle rocambolesche storie del grande Fellini e del suo 8 e1/2), film del 2009 del regista Rob Marshall, e la canzone, “Be Italian” di Fergie! È rappresentata la figura femminile della prostituta Saraghina, che quando era bambino,ricorda il regista Guido Contini gli aveva insegnato tutto sul sesso e sull’amore… (Be Italian).

Sii italiano!

🤗

Il primo Nine in realtà è “NINA. NINA” diretto dal grande regista Vincente Minnelli ed è del 1976.

Aggiorniamoci a poi.

Jah Levi & The Higher Reasoning…live!

Io devo andare, stasera sciambola “frullata” (qualcosa mi inventerò, basta stare in buona compagnia!), ma ci rileggiamo e ascoltiamo domani … 😀

Vi voglio lasciare con qualcosa di stupendo, che si veste di Reggae , di un Reggae che profuma di Roots Reggae, di Dub… la “world fusion” per eccellenza, che ritempra l’animo, che lascia spazio alla fantasia, che indossa l’allegria, di quella calda sonorità di passione, che una volta entrata in circolo nelle vene, non smetterà più di farvi dondolare come foste su una spiaggia assolata davanti all’oceano, fra tutto i colori del mondo.

A domani bella gente! “Lui“… Jah , ha stile, è geniale, un poli strumentista degli States che sa esaudire con la sua musica, ogni più piccolo desiderio del buon saper vivere in comunione con gli altri, col mondo tutto 🧡

Il live di San Francisco! Il più bello in assoluto (per me) perché… perché.., scopritelo da soli!🤗

Questo … ve lo omaggio col 🧡

Le “trigliette” della discordia …

Ci vuole tempo e pazienza per aver qualcosa di solido da poter masticare… son solo passate due settimane dall’intervento e ho ancora molti punti in bocca uff.

Mi squilla il cell…

Michele l’autista dei Fiori: Caterí comu stai?

Io: ciao bello mio sto tutta un frullato ancora! E tu?

Michele: bene bene sembra estati cá ! Ancora a frullati stai ? Ma quantu mi spiaci amicuzza mea. Vidi che ti mannu n’a cosa bedda di la tua Sicilia appena arrivu a la casa ahhh ! Sugno stato a lu porto di Portu Palu e aggiu accattatu lu pisci.

(Fra notizie di giù e della casa chiusa che sta al mare e pettegolezzi vari il dialogo va avanti una decina di minuti…)

Tu pensa Michele quanto è “strunz”!!!!

Lo sa che non posso mangiare come natura comanda …

Filetto di triglietta con uova di pesce e finocchietto selvatico… ( già lo odio )

E poi?

Se non fossimo amici fraterni giurerei che un pugno glielo darei sul grugno e non solo!

Fancul Michè! Ma ti voglio bene lo stesso!!! (Me la paghi appena scendo!!!🤣)