Voglia di comunicare…

Il mondo cambia, cambiano le cose intorno, cambio anche io, e cambia perfino chi si è prefissato essere unico detentore della verità.

Ora non chiedetemi perché ogni tanto tiro fuori sparate simili, perché nemmeno io sono in grado di capirci qualcosa di me.

Mi si attorcigliano pensieri, mi si squilibrano parole, creo attimi che non hanno un senso nemmeno con le virgole al punto giusto. Ma li creo nella mia testa, e non posso fare altro se non buttarli giù, a discapito degli incauti che le affrontano a denti stretti e pugni chiusi.

Va così. Un po’ si, un po’ no.

Un po’ sulle alte vette, un po’ giù nel precipizio.

Un po’ col sorriso, un po’ col grugno.

Un po’ con l’aria piena di fierezza, un po’ col fare da vigliacca.

O con quella ferocia ardente, a svantaggio di quel briciolo d’umanità presente che ancora per poco mi preservo.

Amen. Vado!